“Il centro di Caserta appartiene a tutti, non solo ai commercianti”, l’appello delle Associazioni casertane

Apprendiamo dagli organi di stampa della decisione del Sindaco di Caserta, su sollecitazione del Prefetto, di convocare un tavolo tecnico per affrontare la questione della Z.T.L. con le associazioni di categoria dei commercianti.

Come associazioni del territorio riteniamo che sia sbagliato affrontare questo tema di interesse generale, che si inserisce nel tema più ampio della vivibilità di Caserta, come una vicenda settoriale. Il centro cittadino è un bene comune che va pensato nell’interesse più ampio di tutta la cittadinanza e dei visitatori e la sua gestione non può essere subordinata ai soli interessi commerciali; a maggior ragione se questi ultimi si basano su delle premesse antiquate come “più automobili = più vendite”.

Chiediamo pertanto all’amministrazione di allargare il tavolo alle associazioni cittadine per discutere di un futuro della Z.T.L. che vada nella direzione di una Caserta più inclusiva, più verde e più efficiente nel promuovere l’accoglienza turistica.

Arci Caserta, UISP Caserta, Arciragazzi Caserta, Laboratorio Sociale Millepiani, Comitato per Villa Giaquinto, Nero e non solo!, Rain Arcigay Caserta, Associazione Gianluca Sgueglia, Associazione San Francesco d’Assisi, LIPU Caserta, Associazione Spazio Donna, Legambiente Geofilos, Comitato Caserta Città Viva, Centro Sociale Ex-Canapificio, Agenda 21 Carditello e regi lagni, Medici per l’Ambiente Caserta, La Margherita Education Art APS

Loading...