“Ci hanno rubato l’acqua”! Assemblea pubblica a Caserta al Circolo Arci Galileo il 15 dicembre

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

L’acqua che sgorga dai nostri rubinetti non arriva più dalle fonti del beneventano, ma arriva da pozzi della zona di Acerra

L’acqua di Caserta era certificata come la migliore d’Italia. Da mesi, invece, è talmente piena di calcare, che le preoccupazioni della cittadinanza sono molteplici. Pur avendo avuto rassicurazioni sulla potabilità dell’acqua dei nostri rubinetti, è sotto gli occhi di tutti come questo aumento del calcare stia guastando elettrodomestici e tubature.

In tanti sono tornati ad acquistare acqua in bottiglia, tornando ad un’abitudine persa negli ultimi anni. Questo ha un forte impatto sui bilanci familiari, ma anche sull’ambiente, a causa dell’aumento dei rifiuti in plastica e delle maggiori spese per il trasporto.

glp-auto-336x280
lisandro

Dopo aver effettuato alcune analisi per misurare la durezza in diverse zone della città da cui erano pervenute delle segnalazioni, ci si sta occupando di questo tema presentando mozioni e interrogazioni a tutti i Consigli Comunali.

Nell’ultimo Consiglio, infatti, sono state chieste nuovamente delucidazioni all’Amministrazione scoprendo che l’acqua che sgorga dai nostri rubinetti non arriva più dalle fonti del beneventano, ma arriva da pozzi della zona di Acerra.

Perché è stata presa questa decisione? Perché i cittadini non sono stati informati correttamente? Quando tornerà l’acqua migliore d’Italia?

A questo tema, sarà dedicata l’assemblea di giovedì 15 dicembre, a partire dalle ore 18,30 presso i locali del Circolo Arci Galileo, in via San Carlo 128