Caserta, cinquemila fan della Thun occupano (pacificamente) la Reggia

Caserta – Sabato sera la Reggia di Caserta è stata pacificamente presa d’assalto da oltre 5000 fan della Thun per festeggiare 20 anni del proprio Club. L’evento è stata l’occasione per presentare la nuova collezione del Natale.

Migliaia di collezionisti e appassionati Thun hanno raggiunto Caserta da ogni parte d’Italia per festeggiare il grande evento. I cancelli del palazzo vanvitelliano sono stati aperti per tutti gli ospiti dell’azienda bolzanina per un sabato pomeriggio di visite guidate ai suoi tesori.

Scenografici allestimenti, esclusive anteprime per i collezionisti, tra cui la nuova collezione dedicata al Natale, e divertenti intrattenimenti hanno completato questa esperienza unica che si è conclusa con un emozionante spettacolo ricco di immagini, colori e musica per ripercorrere insieme la storia di Thun e la magia del suo Natale.

Il video integrale filmato da noi di CasertaWeb

Questa è stata senz’altro la parte più emozionante della giornata: un meraviglioso video mapping ha trasformato la Reggia di Caserta in un palcoscenico che l’ha resa viva. Sotto gli occhi stupiti dei fortunati ospiti, l’imponente edificio si è trasformato in qualcosa di unico, ha cambiato forma e colori, si è scomposto ed è oscillato su se stesso. Uno spettacolo straordinario che nessuna ripresa video può rendere merito quanto l’emozione che ha suscitato negli spettatori la visione dal vivo.

La serata si è conclusa con un sontuoso buffet allestito nei cortili interni della Reggia, dove gli ospiti hanno potuto gustare piatti realizzati con le eccellenze del Territorio Campano. A conclusione del ricevimento Peter Thun, insieme ai figli e all’amministratore delegato Paolo Denti, ha spento le candeline di una magnifica torta dorata.

Stamattina l’evento si è spostato al Belvedere di San Leucio, dove gli ospiti della Thun visiteranno il Museo della Seta. Il Borgo di San Leucio per l’occasione è rimasto chiuso al traffico veicolare. Le visite guidate sono state rese possibili grazie all’impegno dei dipendenti e le guide ma anche grazie al coinvolgimento dell’Associazione Corteo Storico con visite previste anche alla Casa del Tessitore. In programma, sempre a cura dell’associazione, momenti musicali, balli tradizionali e figuranti in costume d’epoca.