CISL Caserta: “La provincia alzi la testa e rivendichi un rappresentante di Governo”

“Un’ occasione di rilancio per il nostro territorio, rivendichiamo una forza di governo sulla provincia “, questo l’appello della Cisl Caserta in previsione dei nuovi assetti del Paese.

Questo nuovo governo potrebbe essere una grande occasione di rilancio e ripartenza per il nostro territorio che da anni non ha più rappresentanti di Governo e che come tutti sanno vive una situazione di enorme difficoltà economica e sociale, crisi industriale, tasso di disoccupazione generale elevato, oltre la soglia quello femminile e giovanile.

In questi anni i parlamentari di casa nostra non hanno certamente brillato e la politica governativa ci ha tenuto un po’ fuori dalle decisioni importanti e dalle aree di interessi forti. Eppure noi siamo una provincia che nonostante la crisi ha ancora assetti importanti, strategici, industriali.

Abbiamo avuto sul territorio la presenza di ministri, di segretari di partito, che sono venuti a toccare con mano sì le difficoltà di questa terra ma anche le sue proprietà e possibilità tutte ancora aperte.

” L’appello della Cisl alle nuove forze di Governo – spiega Giovanni Letizia, Segretario Generale CISL provinciale – é quello di mettere al centro Terra di Lavoro, rivendichiamo una rappresentanza di governo a fronte di un territorio che anche se attraversato da situazioni di crisi sociale, nonostante tutto è ancora un territorio dalle buone potenzialità.

Vorrei ricordare nuovamente che la nostra provincia è una luce accesa in questa regione, Caserta ha il maggior Pil industriale tra tutte le cinque province campane, l’industria parliamoci chiaro, si fa in provincia di Caserta, la manifattura si fa a Marcianise, a Teverola, certamente le altre province avranno altre ottime prerogative, ma a Caserta è ancora viva una realtà manifatturiera forte: Jabil, Whirlpool, Jetra, Laminazioni Sottili, la Prom ed altre.

Su questa premessa centrale la Cisl è assolutamente aperta ad un dialogo con le nuove forze di Governo, come sindacato siamo sempre aperti ad un confronto di prospettiva che metta al centro la crescita, lo sviluppo, l’economia della nostra terra”.

Loading...