Con Claudio Baglioni ultimo appuntamento di Un’Estate da Re, i saluti del Sindaco Carlo Marino


Gli ultimi due appuntamenti di Un’Estate da Re sono stati entrambi all’insegna del “baglionismo”, ashtag popolare ormai coniato per definire il numeroso pubblico degli appassionati fan di Claudio Baglioni.

Sabato 17 e domenica 18 settembre il cantante ha fatto sold out con i suoi concerti ed ha chiuso così alla grande la rassegna musicale iniziata il 3 settembre.

Un tripudio di appalusi e spettatori, dai social anche il Sindaco di Caserta Carlo Marino pubblica le immagini del suo incontro con la star e i saluti alla kermesse dando appuntamento al prossimo anno.

L’applauso di 3000 persone ha accolto il 17 settembre sera Claudio Baglioni sul palco di Un’estate da Re alla Reggia di Caserta – ha scritto il primo cittadino – E stasera si è replicato con altri 3000 spettatori che potranno divertirsi sulle note del mitico Baglioni.

Si conclude così a Caserta la settima edizione di Un’estate da Re ma già si inizia con la Regione Campania e la Direzione della Reggia a preparare la prossima edizione .
Grazie a tutti gli organizzatori e ai tanti che hanno donato in modo volontario il loro tempo per far funzionare tutto al meglio: Regione Campania Scabec Ministero della Cultura Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno Comune di Caserta.
A buon vederci al prossimo anno”.

Alla Reggia di Caserta, Claudio Baglioni si è raccontato in musica con due serate evento che hanno ripercorso la sua storia in chiave pop-rock sinfonica, spaziando dalle sonorità della grande orchestra classica e del coro lirico a quelle di una poderosa big band con voci moderne.

“Un’Estate da RE”, andata in scena nelle ultime edizioni nell’Aperia (il teatro naturale sotto le stelle nel cuore del Giardino Inglese) e in Piazza Carlo di Borbone, è tornata quest’anno nei cortili del Palazzo Reale con un allestimento che ha consentito la presenza di circa 3000 spettatori.

Un’occasione per rendere un grande omaggio al Maestro Luigi Vanvitelli, a meno di un anno dalle celebrazioni del 250° anniversario della sua morte.

La VII edizione della rassegna è stata aperta il 3 settembre dai Carmina Burana con la più esaustiva antologia di canti medievali di ispirazione non religiosa basati su 24 poemi ritrovati in omonimi testi poetici.

A seguire il concerto-omaggio a Fabrizio De André (Sinfonico – Sogno n°1 e oltre), la cui musica è stata riletta in chiave orchestrale dal pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra inglese Geoff Westley. Ad interpretare alcune della più belle canzoni di De André, Peppe Servillo, solista degli Avion Travel, e Ilaria Pilar Patassini.

Terzo appuntamento con il “Romantic tour” di Mario Biondi ha portato sul palco i suoi brani più celebri e quelli contenuti nel suo nuovo album “Romantic”, uscito lo scorso 18 marzo, un progetto interamente dedicato all’amore in tutte le sue forme, dal legame di coppia a quello fraterno, all’amore per i genitori e i figli.

Infine il gran finale con il doppio speciale concerto di Claudio Baglioni assieme all’Orchestra Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Salerno diretta da Geoff Westley: cinquant’anni di grande musica e grandi successi discografici sono stati racchiusi in due serate magiche e dalle fortissime emozioni.