Comitato Macrico Verde: “Al più presto un Consiglio Comunale per rendere definitivamente l’area inedificabile”

Uno degli ultimi incontri del Comitato Macrico Verde presso il ristorante Il Cortile

Il Comitato Macrico Verde, nella persona dei suoi portavoce, Maria Carmela Caiola e Sergio Tanzarella dopo gli ultimi incontri con i cittadini e con Don Antonello Giannotti, Presidente dell’Istituto Sostentamento del Clero, e dunque rappresentante della proprietà dell’Ex Macrico, sollecitano l’amministrazione comunale ad una convocazione, quanto prima, di un consiglio comunale dedicato, avente ad oggetto in via definitiva l’attribuzione della sigla F2 per rendere totalmente inedificabile l’area Ex MACRICO.

Premesso
– che in data 22 febbraio 2022 è stata depositata all’ufficio protocollo del Comune di
Caserta la petizione popolare per l’attribuzione della destinazione urbanistica F2-Verde
Pubblico per l’area denominata ex MACRICO;

– che la suddetta petizione è stata sottoscritta, fra gli altri, dal Vescovo di Caserta, Mons.
Pietro Lagnese, dal Vescovo Emerito Mons. Raffaele Nogaro e dal Presidente dell’IDSC
don Antonello Giannotti;

Visto che ai sensi dell’art. 32 dello Statuto comunale di Caserta il Presidente del Consiglio
comunale deve porre la richiesta all’Ordine del giorno entro trenta giorni e che i termini
sono abbondantemente trascorsi, anzi sono trascorsi ben 60 giorni;

Il Comitato Macrico Verde chiede che si proceda all’immediata convocazione di una seduta di Consiglio comunale avente all’Ordine del Giorno: “attribuzione di destinazione urbanistica dell’intera area denominata “ex Macrico” come “Zona Omogenea F2 – Verde Pubblico” ovvero inedificabile, quale unica pratica soluzione percorribile ed atto politico risolutivo, nel rispetto dei vincoli storicoartistici insistenti sull’area, delle norme di legge vigenti, nonché della già espressa volontà popolare.

Chiediamo, inoltre, un urgente incontro con i gruppi consiliari.