Comune di Caserta: approvati il Programma triennale dei lavori pubblici ed il restyling del Cimitero

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Quella di oggi, martedì 16 gennaio 2024, è stata una giornata importantissima per il Comune di Caserta: La Giunta ha approvato il progetto per rinnovare il Cimitero cittadino, con un investimento di 9,5 milioni di euro, ed il Programma triennale dei lavori pubblici 2024 – 2026 che prevede lavori di oltre 1,3 miliardi di euro.

Di seguito riportiamo entrambi i comunicati stampa diramati dal Comune di Caserta.

Restyling del Cimitero di Caserta

glp-auto-336x280
lisandro

La Giunta Comunale ha dato il via libera alla proposta di project financing che prevede il restyling completo del Cimitero di Caserta. La delibera approvata rappresenta un’implementazione e un miglioramento del progetto originariamente proposto nel 2019 e contiene molti altri interventi che renderanno la struttura più funzionale rispetto alle esigenze dei cittadini.

La nuova proposta prevede un investimento iniziale per un ammontare di circa 9,5 milioni di euro e ha recepito le indicazioni dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Marzo, che nel maggio del 2022 sollecitò una serie di attività da aggiungere al progetto originario, ritenuto carente e non pienamente rispondente al pubblico interesse.

Tanti gli interventi previsti. In primo luogo, ci sarà la realizzazione di un nuovo impianto idrico e fognario, di un impianto elettrico, dell’arredo urbano e delle opere a verde. Spazio, poi, anche al rifacimento della pavimentazione dei viali, all’apposizione di chioschi per i fiori. Sarà costruito un edificio con un impianto di cremazione dotato di due linee, e verranno pavimentati i viali dello stesso crematorio.

Per quanto riguarda le numerose integrazioni e migliorie del nuovo progetto, esse riguardano, tra le altre cose, la realizzazione di un sistema di irrigazione automatizzato per tutto il verde del Cimitero, la riqualificazione di tutti gli assi viari della struttura attraverso il rifacimento dei manti stradali e dei cordoli, la realizzazione degli allacci alla rete idrica per tutte le cappelle, l’impermeabilizzazione delle coperture dei cappelloni, dell’ingresso principale e della camera del commiato, la messa a punto di un sistema di filodiffusione che serva tutta l’area del Cimitero. Nel cappellone principale, poi, saranno sostituiti gli infissi obsoleti, mentre per l’intera struttura sarà predisposto un servizio di vigilanza, che comprende la videosorveglianza con un collegamento diretto e da remoto con il comando di Polizia Municipale. Infine, è prevista anche l’istituzione di un servizio di trasporto elettrico interno, riservato alle persone diversamente abili e agli anziani.

“Questo progetto – ha spiegato il Sindaco di Caserta, Carlo Marino rappresenta una svolta per il Cimitero della nostra città, che vivrà una vera e propria trasformazione, divenendo una struttura moderna, che non vivrà più le difficoltà che si sono registrate negli ultimi anni. Come Amministrazione abbiamo recepito le istanze dei tanti cittadini che da tempo segnalavano le condizioni di criticità del Cimitero, gettando le basi per un intervento imponente e di grande impatto”.

“Con l’approvazione di questo nuovo project financing – ha aggiunto l’Assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Marzogettiamo le basi per il superamento di tutte le difficoltà che si sono presentate fino a questo momento. Nel 2022, a pochi mesi dal mio insediamento e dopo numerosi sopralluoghi, ho fatto presente la necessità di effettuare ulteriori interventi e integrazioni al precedente progetto, al fine di recepire le istanze che provenivano dalla cittadinanza. Una ‘battaglia’ durata quasi due anni, che alla fine ha dato ragione all’Amministrazione Comunale che mi pregio di rappresentare, ottenendo così un progetto rispondente alle reali esigenze dei cittadini. Questa nuova proposta approvata dalla Giunta prevede una vera e propria rivoluzione del Cimitero. Interveniamo sugli impianti idrici, fognari, sulla riqualificazione degli edifici, sul cappellone, realizziamo un crematorio e ci occupiamo del rifacimento di tutti i viali della struttura e della riqualificazione delle aree a verde. Si tratta di un intervento di portata epocale, che darà alla città di Caserta un Cimitero moderno e dotato dei servizi richiesti dai cittadini”.

Programma triennale dei lavori pubblici 2024 -2026

La Giunta Comunale ha approvato la delibera relativa al Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2024-2026. Si tratta del documento fondamentale per quel che riguarda la programmazione degli interventi da compiere nei prossimi tre anni nella città di Caserta, che determina le linee di sviluppo individuate dall’Amministrazione. Nel complesso, sono previsti investimenti per oltre 1,3 miliardi di euro, suddivisi nelle tre annualità 2024, 2025 e 2026.

Per quanto concerne il 2024, sono tanti gli investimenti (circa 323 milioni di euro), alcuni dei quali già in atto, compresi nel Programma Triennale. In primo luogo, ci sono tutti i cantieri del Pnrr, che prevedono interventi complessivi per quasi 80 milioni di euro. Tra i capitoli più importanti c’è sicuramente quello denominato “Rigenerazione urbana”, con investimenti destinati a cambiare il volto della città. In questo senso hanno già preso il via i cantieri a Vaccheria, con la riqualificazione di Piazza Madonna delle Grazie, a Falciano, con il rifacimento di Piazza Vetrano, e al Quartiere degli Aranci, con il restyling della Villetta Santa Maria delle Beatitudini. A breve, poi, partiranno gli interventi di riqualificazione delle villette di via Fleming, di via Rossini a parco Cerasola e di via Gemito.

C’è poi il Pinqua, programma dedicato al Quartiere Acquaviva con 15 milioni di euro di investimenti, con interventi di riqualificazione, rifacimento di strade e marciapiedi, realizzazione di piste ciclabili e di un parcheggio che risponderà alle esigenze dei residenti.

Fondamentali anche le risorse del Programma “Futura”, interamente dedicato alle scuole, con la costruzione di nuovi edifici scolastici (Polo Patturelli e via Roma), il recupero strutturale di altri esistenti, la realizzazione di mense e palestre. Per quanto concerne i programmi “Cluster 1” e “Cluster 2”, essi si concluderanno entro il 2024 e riguardano la totale riqualificazione dello Stadio del Baseball di San Clemente e la realizzazione dello Stadio dell’Atletica nel Quartiere degli Aranci, all’interno del cosiddetto “Buco della 167”.

Molto ampio anche il capitolo riguardante i project financing che, oltre a quello relativo al Cimitero, prevede la costruzione del nuovo Stadio (investimento da 51 milioni di euro), la realizzazione del nuovo mercato di via Ruta e del parcheggio “IV Novembre”. Previsto, poi, un investimento da 38 milioni di euro per l’adeguamento strutturale e l’efficientamento energetico di tutti gli edifici scolastici della città.

Altri interventi importanti sono quelli concernenti l’abbattimento delle barriere architettoniche in viale dei Bersaglieri e in Viale Medaglie d’Oro, oltre che all’interno della sede del Comune di Palazzo Castropignano, la riqualificazione del complesso “Ex Onmi” di viale Beneduce, che sarà trasformato in una vera e propria “casa delle associazioni”, e la predisposizione di un sistema di videosorveglianza nell’ambito delle risorse del Poc-Legalità.

Di rilievo anche il progetto “Smart City”, che cambierà completamente il sistema di trasporto in città, con un forte potenziamento della mobilità green, e con la realizzazione di sistemi che, grazie alla tecnologia e alla digitalizzazione, saranno in grado di migliorare sensibilmente l’accoglienza turistica.

Saranno 23 i milioni, poi, investiti per approntare un nuovo sistema idrico in città e la stessa somma sarà destinata alla realizzazione degli assi viari attorno al Policlinico. E, proprio a proposito di Policlinico, nel giro di un anno sarà inaugurata la parte didattica.

Cinque milioni saranno dedicati al rifacimento delle strade con manto permeabile, adatto ad evitare gli allagamenti, mentre 30 milioni verranno destinati, grazie ad un importante investimento di Regione Campania e Rfi, alla riqualificazione della stazione ferroviaria.

Sempre la Regione Campania, in sinergia con il Comune di Caserta, l’Istituto Diocesano Sostentamento del Clero e la Fondazione “Casa Fratelli Tutti”, prevede un importante investimento per la creazione di un parco pubblico aperto alla città all’interno dell’area ex Macrico. Proseguono, poi, gli investimenti sulla riqualificazione e la valorizzazione dei grandi beni culturali della città, in primis Belvedere di San Leucio e Casertavecchia.

Il 2025 prevede moltissimi interventi, alcuni dei quali di grande rilevanza. Dal punto di vista dell’ambiente, nell’ambito del Pnrr, c’è la costruzione dell’impianto per il trattamento e il recupero dei prodotti assorbenti per la persona usati e un investimento di 8 milioni di euro per le attività di bonifica in località “Lo Uttaro”. Di grande rilievo anche l’intervento, con risorse pari a 18 milioni di euro, per il recupero dell’area dell’ex Canapificio, da realizzare con la Regione Campania e grazie al quale si darà vita all’hub dei trasporti della città di Caserta.

Infine, nel 2026 il Programma Triennale prevede soprattutto interventi di riqualificazione in diverse zone della città, in primis delle aree industriali dismesse.

“Abbiamo un’idea chiara della città del futuro, – ha spiegato il Sindaco di Caserta, Carlo Marinoe interveniamo su tutti i settori più importanti e strategici per lo sviluppo della nostra comunità. Il 2024 sarà l’anno dei cantieri: tutte le opere previste nell’ambito del Pnrr partiranno e, anzi, alcune hanno già preso il via. Abbiamo concentrato i nostri sforzi su temi cruciali quali scuola, vivibilità, con la riqualificazione di importanti quartieri della città, ambiente, transizione ecologica e digitale, sport e mobilità. Da quest’anno raccoglieremo i frutti del lavoro svolto finora e la città cambierà volto”.

Con grandi sacrifici – ha aggiunto l’Assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Marzoabbiamo ottenuto finanziamenti per tantissimi progetti proposti, non solo nell’ambito del Pnrr. Caserta si appresta a cambiare marcia grazie ai tanti interventi che da quest’anno saranno realizzati in ogni zona della città. Con le opere inserite all’interno del Pnrr siamo già partiti e presto si vedranno i risultati del lavoro compiuto quotidianamente e con abnegazione da parte di questa Amministrazione. Il Programma Triennale dei Lavori Pubblici rappresenta uno schema della visione che abbiamo relativamente al futuro della nostra città”.