Comune di Caserta, inaugurata la macchina “mangiaplastica” a piazza Pitesti

AUTOSTAR
AUTOSTAR
previous arrow
next arrow

Caserta – È stata inaugurata stamani, alla presenza dell’Assessora Comunale all’Ambiente e alla Transizione Ecologica, Carmela Mucherino, e del consigliere comunale Andrea Boccagna, la macchina “mangiaplastica”, una ecocompattatrice capace di accogliere bottiglie in PET, che funziona con un sistema di premialità e che si trova in piazza Pitesti.

Questo impianto è stato acquisito dal Comune di Caserta grazie ai fondi stanziati dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, mentre gli altri tre, che si trovano in via Montale, via Botticelli e via Delle Querce, sono gestiti dal Comune e sono stati forniti dall’azienda “Garby”.

veccia
veccia

I cittadini possono conferire nella macchina “mangiaplastica” le bottiglie (separandole dal tappo) rivolgendo il codice a barre verso l’alto. Il passaggio precedente prevede l’introduzione della tessera sanitaria. Una volta introdotte le bottiglie, il cittadino può scegliere di stampare un coupon, che può essere utilizzato sotto forma di sconto in alcuni esercizi commerciali partner dell’iniziativa, o di accumulare delle premialità sulla tessera sanitaria, da poter successivamente usare all’interno di uno dei negozi convenzionati.

La macchina “mangiaplastica” consentirà di contribuire all’aumento della percentuale di raccolta differenziata per quel che concerne il PET, una plastica particolarmente importante in quanto riciclabile al 100%. Un vantaggio anche in termini economici per il Comune, che in questo modo riduce la quantità di rifiuti da conferire nei centri di raccolta.

“Ringrazio il Sindaco Carlo Marino, la Giunta e tutti i Consiglieri Comunali di Caserta – ha spiegato l’Assessora all’Ambiente e alla Transizione Ecologica, Carmela Mucherino – per il loro impegno nel raggiungimento di questo obiettivo. Siamo molto orgogliosi di aver ottenuto questo risultato. Il nuovo eco-compattatore ad alta capacità ci permetterà di fare un ulteriore passo verso la riduzione dei rifiuti in plastica e la salvaguardia dell’ambiente. Ringraziamo il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica per il contributo al nostro progetto e quanti hanno collaborato alla realizzazione di questo nuovo impianto di ultima generazione che porterà notevoli migliorie alla dispersione della plastica favorendone il riciclo”.