Il Comune di Caserta installerà presso il Ponte di Ercole un nuovo sistema elettronico di rilevazione dell’altezza dei veicoli in transito

Caserta – Questa potrebbe essere la svolta per il Ponte di Ercole, o almeno lo si spera.
Nei prossimi giorni è prevista l’installazione del nuovo sistema elettronico di rilevazione dell’altezza dei veicoli in transito in prossimità dei due ingressi al tunnel, sia sul versante di via Santorio che su via Camusso.

Negli ultimi mesi, come i cittadini casertani sanno benissimo, si era verificato molto spesso che furgoni e persino ambulanze si incastrassero sotto l’arco d’ingresso del tunnel che passa sotto al ponte, bloccando la circolazione per lunghissimi minuti e danneggiando a poco a poco quel ponte che è parte del Parco della Reggia di Caserta, il principale monumento della città.

L’altezza massima dell’arco è di 2,5 metri ma a causa dei primi incidenti (fenomeno che poi è diventato di moda) è stato necessario installare una struttura di rinforzo di metallo che riduce di 30 centimetri l’altezza di ingresso sul lato di via Santorio mentre all’ingresso opposto è stato installato un dissuasore “a bandiera” (mai autorizzato dalla Soprintendenza) che segnala la riduzione dell’altezza. Il tutto corredato da catarifrangenti e cartelli che qualcuno, evidentemente, non ha notato.

Il nuovo dispositivo ottico rileverà automaticamente l’altezza dei veicoli e, nel caso di mezzi di altezza superiore ai 2,2 metri, si attiverà un display luminoso con indicazioni lampeggianti che segnalerà il pericolo al conducente.

Il Comune di Caserta è stato autorizzato dalla Soprintendenza ad installare il sistema ottico/luminoso in data 27/06/19 ed ha fatto partire l’iter burocratico necessario all’installazione che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni.

Già da molto tempo sono presenti e ben visibili i segnali che indicano correttamente l’altezza di 2,2 metri del tunnel che passa sotto al ponte, cartelli che sono risultati poco efficaci dato che venivano allegramente ignorati da tanti conducenti disattenti.

C’è da sperare che d’ora in poi i conducenti dei mezzi pesanti (e soprattutto alti!) non ignorino anche le segnalazioni luminose del tecnologico sistema elettronico/ottico/luminoso e, soprattutto, che il Ponte di Ercole venga finalmente restaurato e possa fare a meno dell’ingombrante struttura metallica di sostegno al più presto.

Loading...