Comune di Cellole e Graus Edizioni lanciano sul Litorale Domitio l’iniziativa “Per un Tuffo di Libri”

Per un Tuffo di Libri“, l’ormai noto progetto culturale con il quale Graus Edizioni lavora dal 2010 per sensibilizzare alla lettura persone di ogni età e ceto sociale donando i libri del suo ricco e variegato catalogo sulle principali spiagge della Campania, dopo una serie di fortunate edizioni dedicate a Ischia, Capri e Costiera Amalfitana, arriva anche sul Litorale Domitio grazie alla partnership avviata tra il Comune di Cellole, nella persona del Sindaco Guido Di Leone, e la casa editrice indipendente.

L’iniziativa sarà lanciata il prossimo mercoledì 14 luglio, alle ore 16:30, presso il Lido “Azzurro” di Baia Domitia, con una conferenza stampa dedicata al progetto che vede la partecipazione di:

Guido Di Leone, Sindaco di Cellole; Giuseppe Ponticelli, assessore al Turismo del Comune di Cellole; Fiore D’Onofrio, delegato alla Cultura del Comune di Cellole; Pietro Graus, CEO e founder di Graus Edizioni; Adele Vairo, dirigente scolastico, presidente provinciale Caserta ANP (Associazione Nazionale Presidi ed Alte Professionalità della Scuola); Ciro Cacciola, giornalista, responsabile “Comunicazione & Progetti Speciali” di Graus Edizioni. Modera: Matilde Crolla, giornalista

Con questa iniziativa, Graus si impegna a donare al Comune di Cellole una “biblioteca mobile” di 1200 libri scelti tra i più rappresentativi tra quelli pubblicati dalla nota casa editrice che, dalla sede storica nel Centro antico di Napoli, accoglie autori da tutta Italia e non solo: narrativa, poesia, saggistica, musica, storia, gialli, fantasy, autobiografie che non mancheranno di stimolare la fantasia dei cittadini e degli ospiti presenti sul bellissimo litorale domitio questa estate.

“Per questa prima edizione di “Per un Tuffo di Libri” – conferma il Sindaco Di Leone – Siamo lieti di aver accettato subito l’iniziativa proposta dalla Graus Edizioni, consapevoli dell’apporto culturale che darà al nostro litorale. Colgo l’occasione per ringraziare Pietro Graus per aver scelto il nostro territorio per portare avanti il suo progetto di “Biblioteca mobile”.