Caserta, il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di previsione

Caserta, il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di previsione
HONDALIVETOUR
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Il Consiglio Comunale, nella sua seduta mattutina odierna, ha dato l’approvazione al Bilancio di previsione, una manovra finanziaria di grande portata che ammonta a circa 312 milioni di euro.

Tra le diverse voci inclusi in questo budget, emerge un rilevante introito di circa 61 milioni di euro derivante dalla cosiddetta “Titolo Primo”, che consiste nei proventi dell’Imu, della Tari e di altre imposte locali.

glp-auto-336x280
lisandro

Aggiunti a questi, ci sono 18 milioni di euro provenienti da finanziamenti regionali e nazionali, 15 milioni di euro derivanti da investimenti patrimoniali come canoni, fitti, multe stradali, parcheggi e il Belvedere di San Leucio. Infine, vi sono anche 115 milioni di euro da utilizzare per investimenti provenienti sia dai fondi europei, in particolare dal Pnrr, che dalle risorse ministeriali e regionali.

Riguardo alle spese, le principali voci comprendono una somma di 81 milioni di euro destinati alla spesa corrente totale, che coinvolge servizi per i cittadini, spese obbligatorie di estrema importanza e priorità. Inoltre, un totale di 17,5 milioni di euro sarà destinato al pagamento delle rate dei mutui.

I programmi finanziari presenti nel Bilancio, che si estendono al triennio 2024-2026, sono incentrati su tre pilastri fondamentali: lo sviluppo sociale, l’avanzamento economico e la tutela ambientale. Ogni progetto è concepito tenendo in considerazione questi tre principi fondamentali: l’obiettivo è creare un programma di sviluppo territoriale integrato che miri a promuovere la coesione sociale e la sostenibilità ambientale.

Tutto ciò si realizza soprattutto intercettando differenti opportunità di investimento che si focalizzano su questi tre temi principali. L’Amministrazione ha già portato avanti progetti e si trova pronta a integrarli nel nuovo piano di azione. Gli obiettivi includono il potenziamento dei servizi per contrastare la povertà e proteggere le categorie vulnerabili; lo sviluppo del territorio attraverso la creazione di nuove strutture per migliorare servizi già esistenti (scuole, attività sportive e luoghi di aggregazione); la manutenzione adeguata delle infrastrutture e il potenziamento di un sistema di trasporto scolastico sostenibile; il ripristino dell’ambiente, l’ampliamento dei sistemi di sicurezza e sorveglianza del territorio e la rimozione delle barriere architettoniche.

Inoltre, viene previsto un significativo impegno economico per rafforzare il settore delle politiche sociali del Comune, con un investimento di due milioni di euro e almeno 25 nuovi posti di lavoro.

Non si prevedono ulteriori accumuli di debito, in quanto la priorità dell’Amministrazione è quella di eliminare i debiti passati. Non ci saranno aumenti della Tari, né per i servizi individuali su richiesta (mense, tariffe sugli impianti sportivi, ecc.).

Si sta formando una società in house responsabile dell’integrazione del ciclo dei rifiuti, mentre l’azienda speciale per le politiche del welfare sta per essere operativa. Entro l’anno verrà liquidato un mutuo iniziale, liberando fondi per un valore di 2,3 milioni di euro. Queste risorse saranno impiegate per la manutenzione delle strade, il verde pubblico, le scuole e per migliorare il decoro urbano.

“Ogni Bilancio – ha spiegato il Sindaco di Caserta, Carlo Marino – si compone di due elementi: la spesa corrente, ovvero i proventi derivanti dalle tasse versate dai cittadini, e gli investimenti, realizzati attraverso fondi europei, nazionali o regionali, che non gravano sulle casse comunali. In questo caso, secondo i dati riportati dalla Ragioneria Generale dello Stato, per quel che concerne il Pnrr la Città di Caserta è in percentuale la città che in Campania riesce a intercettare più fondi, in rapporto al numero di abitanti. Questo testimonia la visione strategica che questa Amministrazione ha, che si proietta ai prossimi anni. Ciò è dimostrato da tutti gli interventi che stiamo già realizzando e che, nel giro di due o tre anni, cambieranno il volto alla città. La filosofia alla base di questo Bilancio, poi, è molto orientata al risanamento. Abbiamo scelto di sistemare la situazione debitoria, ereditata dalle passate Amministrazioni, pensando al futuro dei nostri giovani. Non riteniamo ammissibile, infatti, ipotecare l’avvenire delle nuove generazioni, con scelte economico-finanziarie che conducano a nuovi indebitamenti. Voglio sottolineare il fondamentale ruolo svolto dai consiglieri comunali di maggioranza, che hanno lavorato costantemente alla redazione di questo Bilancio”.

“Si tratta di un Bilancio – ha aggiunto l’Assessora alle Finanze, Gerardina Martino – che documenta un importante lavoro di risanamento che è già avvenuto. Quello dell’anno prossimo e quelli degli anni successivi certificheranno una situazione ancora migliore. Voglio ringraziare il Sindaco Marino, che ha creduto sin da subito alla necessità di mettere in atto un lavoro improntato sull’etica della responsabilità, lasciando un bilancio sano, florido, senza il rischio dell’insorgenza di una crisi finanziaria. I conti sono al riparo, c’è grande fiducia nel futuro, stiamo andando nella direzione giusta. Intendo ringraziare anche i consiglieri comunali, che sono stati sempre propositivi e proattivi nel portare alla nostra attenzione le esigenze della collettività”.