Concerto barocco “Violoncello da Carlo a Ferdinando IV” sabato 3 dicembre a Maddaloni

SANCARLO50-700
ENJOY1
delpicar-t-toc
previous arrow
next arrow

Ancora un interessante concerto barocco è il prossimo appuntamento del progetto “Da Vanvitelli al futuro in Terra di Lavoro e nei suoi musei”. Sabato 3 dicembre 2022 alle ore 19:00 a Maddaloni, presso la Chiesa di santa Maria de Commendatis, sarà eseguito il concerto dal titolo “Violoncello da Carlo a Ferdinando IV” con Luigi Varallo al violoncello e Pietro Di Lorenzo al clavicembalo. L’ingresso è gratuito.

Dalle ore 18.45 si terrà la visita guidata alla chiesa (parte integrante del percorso del Museo Civico) e alla congrega omonima realizzata a cura di Maria Rosaria Rienzo (curatore scientifico del Museo Civico di Maddaloni) e dall’architetto Antonio Mereu.

la reggia della danza

Il programma del concerto esplora le musiche che accompagnarono gli anni di Carlo di Borbone (e sua moglie Maria Amalia) e poi quelli del figlio e successore Ferdinando IV, coprendo quasi interamente il periodo del soggiorno di Luigi Vanvitelli nel Regno di Napoli. Protagonista assoluto sarà il violoncello solista con pagine di assoluta bellezza capaci di raccontare il transito dello stile musicale dal barocco al galante. Di particolare virtuosismo sono i brani “a solo”, cioè senza accompagnamento, celebri quelle di Bach, del tutto sconosciute quelle del “napoletano” Scipriani. Un piccolo spazio sarà affidato anche al clavicembalo per raccontare in parallelo le musiche dedicate alla didattica per tastiera.

Il concerto è organizzato dall’Associazione Culturale “Francesco Durante”, partner gratuito del progetto. L’elenco dettaglito delle musiche che saranno eseguite è disponibile a questo link:http://assodur.altervista.org/sabato-3-dicembre-2022-ore-19/

L’evento è parte del progetto “Da Vanvitelli al futuro in Terra di Lavoro e nei suoi musei“, ideato e organizzato dal Sistema Museale “Terra di Lavoro” grazie al finanziamento della Regione Campania (UOD 501201 musei e biblioteche).

Dal 2009, il Sistema Museale Terra di Lavoro riunisce gli Enti locali (Comune di Caserta, capofila, Comune di Maddaloni, Comune di Piedimonte Matese, Comune di San Pietro Infine, Comune di San Nicola la Strada) e l’istituzione scolastica (Istituto Tecnico “Buonarroti” Caserta), tutti titolari di musei riconosciuti (di qualità) dalla Regione Campania. Tra gli obiettivi condivisi sono la promozione integrata e sinergica del patrimonio e del territorio.