Il concerto “Giubili rinascimentali e barocchi tra Roma e Napoli” a Caserta il 19 novembre

SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Domenica 19 novembre 2023 alle ore ore 19.15 è un programma a Caserta, presso la chiesa di san Benedetto, il 3° concerto della 22ma edizione del ciclo “… dove la musica incontra il suo tempo …

Il concerto dal titolo “Giubili rinascimentali e barocchi tra Roma e Napoli” propone un viaggio musicale tra splendori barocchi musicali e artistici. La partecipazione è gratuita. Eseguirà  la Cappella vocale e strumentale “I musici di corte“.

Terrazza Leuciana
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

Qui il programma dettagliato:
http://assodur.altervista.org/domenica-19-novembre-2023-ore-19-15/

Il concerto è organizzato con la collaborazione logistica della Parrocchia di san Benedetto in Caserta. Il ciclo di concerti “… dove la musica incontra il suo tempo” è ideato e organizzato da Associazione Culturale “Ave Gratia Plena” e dall’Associazione Culturale “Francesco Durante”.

L’evento sarà occasione per solennizzare in musica la festività liturgica di santa Cecilia (22 novembre), patrona dei musicisti.

Il pubblico potrà scoprire un bellissimo dipinto tardorinascimentale/primo barocco (ricco di strumenti musicali raffigurati) e ascoltare musiche sacre dell’epoca in uso Roma e Napoli. Dal 1550 circa Roma fu centro musicale egemone in Europa grazie all’attività di Giovanni Pierluigi da Palestrina. Le innovazioni dei suoi discepoli, de Victoria e Anerio, traghettarono il linguaggio polifonico verso il barocco. I compositori napoletani contemporanei si formarono sulle esperienze romane ma con influssi anche fiamminghi e spagnoli. Altro elemento romano esportato fu la prassi della lauda devozionale, propria dell’Oratorio di San Filippo Neri, che ebbe a Napoli una succursale di grande prestigio. Nella prima metà del secolo Seicento lentamente iniziò a prevalere la scuola napoletana per originalità e capacità di sperimentazione, ma grazie a compositori attivi anche sulla piazza romana.