Concerto di musica medievale “De la crudel morte de Christo” nella Basilica di Sant’Angelo in Formis

Capua – Dopo il breve concerto di animazione della passeggiata nel Medioevo casertano di domenica scorsa, continua con un vero e proprio concerto la 20a edizione del ciclo “dove la musica incontra il suo tempo” con il concerto “De la crudel morte de Christo” nella Basilica benedettina di Sant’Angelo in Formis domenica 20 marzo 2022 alle ore 18.45.

Ingresso gratuito a partire dalle 18.40 (al termine della Santa messa) per massimo 60 partecipanti, prenotazione consigliata a questo link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdJ2Ls0rUuy4B-1CMTN8AtLeqcN3LRH4JsoM8suf3pkZhmBYw/viewform. Obbligatorie registrazione e certificazione COVID19 (green pass rafforzato da vaccino o guarigione) e dispositivo di protezione FFP2.

Ad eseguire sarà il Gruppo Vocale e Strumentale “Ave Gratia Plena” in abito e con strumenti copie di quelli medievali. Il concerto è organizzato con il supporto organizzativo e logistico di Parrocchia di San Michele Arcangelo in Sant’Angelo in Sant’Angelo in Formis.

La splendida basilica benedettina di Sant’Angelo in Formis è il capolavoro di architettura e pittura medievale a tutti noto, per lo straordinario ciclo di affreschi realizzati intorno al 1072 – 1080 (all’interno) e nel secolo successivo all’esterno.

Le musiche in programma saranno in piena sintonia con le opere d’arte e con l’attuale tempo dell’anno liturgico, la Quaresima. Il pubblico viaggerà nel tempo tra le suggestioni sonore iniziando da qualche esempio del repertorio dei canti liturgici longobardi di tradizione cosiddetta beneventana che proprio dall’anno 1000 iniziarono ad essere sostituiti da quello che (impropriamente) chiamiamo repertorio gregoriano. Sono canti propri della Pasqua: in particolare sarà intonato l’Exultet, il preconio della notte della veglia pasquale del Sabato Santo, nella versione cosiddetta “Vetus Itala”, propria dei territori degli stati longobardi del Sud (Capua, Benevento, Salerno). Si proseguirà con canti del repertorio della corte normanna meridionale (1130 – 1180 circa), attraversando il 1300 (brani dell’Ars Nova) e concludendo con un brano proprio delle celebrazioni della Settimana Santa alla corte aragonese napoletana del Quattrocento.

Il concerto è il 5° appuntamento del ciclo “… dove la musica incontra il suo tempo….” 20ma edizione promosso dall’Associazione Culturale “Ave Gratia Plena” e dall’Associazione Culturale “Francesco Durante”.

Programma completo sul sito: http://assodur.altervista.org/2021-2021-dove-la-musica-incontra-il-suo-tempo/.

Programma dettagliato a questo link diretto: http://assodur.altervista.org/20-marzo-2022-ore-18-30/.