Confcommercio, Lucio Sindaco è vice presidente regionale: ‘Chiamato a nuove sfide per tutelare la categoria’

Lucio Sindaco Presidente Confcommercio Caserta
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Tra gli obiettivi aumentare la platea degli iscritti e implementare la formazione ‘Porteremo le istanze degli esercenti casertani all’attenzione dei vertici campani’

Il 2023 inizia sotto il segno della crescita per Confcommercio Caserta. Crescita non solo in termini numerici per effetto dell’incremento del numero di associati ma anche e soprattutto in termini di rappresentanza istituzionale.

Con la fine del commissariamento e l’elezione, avvenuta a gennaio, del nuovo presidente regionale di Confcommercio Campania, nella persona di Pasquale Russo, il presidente provinciale di Confcommercio Caserta, Lucio Sindaco ha assunto la carica – al pari dei colleghi delle altre province – di vice presidente regionale.

glp-auto-336x280
lisandro

‘Una nomina – ha dichiarato al riguardo Sindaco – che mi riempie di orgoglio ma che al tempo stesso mi chiama a nuove responsabilità e nuove sfide fondamentali per tutelare il settore. Negli ultimi tre anni l’associazione di categoria che mi onoro di rappresentare ha gradualmente riconquistato il legittimo ruolo di interlocutore nei confronti di tutte le autorità.

Lo testimonia la presenza di Confcommercio Caserta ai tavoli istituzionali nei quali vengono rappresentate le istanze del mondo del commercio e delle imprese e la partecipazione ai processi decisionali che coinvolgono il tessuto economico del territorio. La nomina di vice presidente regionale consentirà ora di innalzare ulteriormente il livello del confronto, facendo sì che gli appelli e le sollecitazioni che giungono dalla città della Reggia, ottengano un’attenzione sempre maggiore da parte dei vertici campani.

Non è un mistero che Confcommercio miri ad ampliare ulteriormente la platea degli iscritti e a radicarsi sempre più in tutti i comuni della provincia, due importanti obiettivi che intendiamo raggiungere attraverso una implementazione dei servizi offerti alle imprese, l’innalzamento della qualità dei corsi di formazione e consulenza specialistica e soprattutto attraverso il dialogo costruttivo e costante con le istituzioni, a tutti i livelli’.