Confindustria Caserta recede dai protocolli d’intesa firmati con il Consorzio ASI

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Caserta – Con una lettera a firma del presidente Gianluigi Traettino, Confindustria Caserta ha comunicato questa mattina al Consorzio ASI di Caserta il recesso dai protocolli d’intesa dell’11 maggio 2017 riguardante l’agglomerato di Marcianise e San Marco Evangelista e del 14 novembre 2017 riguardante l’agglomerato Aversa Nord.

In particolare, negli accordi riguardanti gli agglomerati Aversa Nord e Marcianise-San Marco Evangelista, il Consorzio ASI e gli enti locali interessati si erano impegnati ad attivare un programma di interventi urgenti riguardanti la rimozione dei rifiuti abbandonati, il ripristino della viabilità consortile con riferimento al manto stradale e alla pulizia delle caditoie, la pulizia e la sistemazione delle aiuole e delle aree a verde e la riqualificazione dell’impianto di illuminazione (solo per la zona di Aversa Nord). Ad un anno dalla sottoscrizione del protocollo d’intesa riguardante l’agglomerato Marcianise-San Marco e a oltre sei mesi dalla sottoscrizione del protocollo d’intesa riguardante l’agglomerato Aversa Nord, continuano a restare evidenti la situazioni di criticità che erano alla base degli accordi siglati.

Gianluigi Traettino
glp-auto-336x280
lisandro

Per tutta risposta, il Consorzio ASI di Caserta ha chiesto alle aziende insediate negli agglomerati industriali di Caserta il pagamento degli oneri per la gestione e manutenzione delle aree e dei servizi comuni indicando gli interventi eseguiti e quelli programmati. L’elenco dettagliato degli interventi da eseguirsi comprendono lavori e interventi diversi da quelli meramente manutentivi che appaiono riconducibili piuttosto a nuove opere infrastrutturali, per le quali gli oneri non sono dovuti. Si comprendono, inoltre, costi di rimozione di rifiuti abbandonati o attività di controllo del territorio che sono ex lege a carico degli enti territoriali comunali e che i protocolli d’intesa pongono espressamente a carico dei Comuni interessati.

Confindustria ha sottoscritto tali protocolli impegnandosi esclusivamente a notiziare le aziende delle iniziative programmate e a segnalare alle aziende medesime la necessità, in relazione allo stato di attuazione delle opere, di provvedere alla corresponsione di quanto dalle medesime dovuto, esclusivamente a titolo di oneri manutentivi.

Per queste ragioni Confindustria Caserta, ritenendo non rispettati gli impegni assunti, ha deciso di recedere dai protocolli d’intesa riservandosi ulteriori azioni a tutela e d’intesa con le aziende destinatarie delle richieste.