Convegno del Lions Club Caserta Host sul corridoio umanitario per i profughi afgani

Convegno del Lions Club Caserta Host sul corridoio umanitario per i profughi afgani

Accoglienza e inclusione le linee guida per il corridoio umanitario destinato ai profughi afgani anelanti alla affermazione dei diritti fondamentali dell’uomo

“Caserta, nell’ambito del progetto patrocinato dall’Associazione Nazionale Comuni d’Italia, può esercitare il suo ruolo sui nuovi scenari che si stanno profilando anche per le chiusure prospettate da alcuni Paesi europei”. Lo ha affermato Lucio Romano, relatore del Senato in seno alla 17.a Legislatura sulla questione dei migranti, docente alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, parlando ieri sera al service per l’Area solidarietà sul tema specifico con cui il Lions Club Caserta Host, presieduto da Guelfo Pisapia, ha inaugurato l’anno sociale. In sintonia l’intervento del sindaco Carlo Marino, presidente regionale dell’Anci. Tutti in presenza, nel rigoroso rispetto delle misure anticovid, garantite dal Grand Hotel Vanvitelli.

Il governatore Lions del Distretto 108Ya , Francesco Accarino, dal canto suo, ha sottolineato l’impegno assunto dall’Associazione per assicurare il proprio supporto alla soluzione dei problemi che la quotidianità presenta ai cittadini dell’Afganistan alla ricerca di territori aperti alle loro legittime aspirazioni di una vita libera e dignitosa.

Il presidente distrettuale di Comitato per l’Area cultura Alberto Zaza d’Aulisio, presidente della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, poi, ha tenuto una comunicazione sugli Afgani nella storia casertana, soffermandosi, tra l’altro, sulla presenza di giovani piloti nella Regia Accademia dell’Aeronautica Militare nel 1928-29.

Don Mario Vecchiato della Comunità dei Padri Sacramentini, parroco in Sant’Augusto, infine, ha parlato del progetto di accoglienza sperimentato positivamente a Caserta per una famiglia irachena attraverso il corridoio umanitario di Sant’Eligio.

Nell’occasione il presidente di zona Mimmo Petrillo ha consegnato la ricompensa attribuita al Caserta Host per il service ambientalistico realizzato nello scorso anno sociale.