“Che Coppia noi tre”, l’intervista di Casertaweb a De Martino, Izzo, Paolantoni e Porfito

Che coppia noi tre

Da un lato, una location suggestiva e storica come le Antiche Terme Jacobelli di Telese Terme, dall’altro uno spettacolo allegro ed esilarante “Che Coppia noi tre”, per finire un’organizzazione (quella della Show Managment) rispettosa di tutti i protocolli Anti Covid, sono stati gli ingredienti di una serata gioiosa e piacevole.

Tutti i protagonisti dello show (Stefano De Martino, Biagio Izzo, Francesco Paolantoni e Mario Porfito), pre-spettacolo, si sono raccontati a noi di CasertaWeb, con estrema simpatia e disponibilità.

Porfito, ha ricordato con un sorriso, la precedente esperienza teatrale con Biagio Izzo in cui lui gli faceva da angelo custode: a distanza di un anno non è cambiata l’amicizia che lo lega al comico partenopeo, ma è cambiato il suo ruolo in scena, che a prima facie potrebbe sembrare marginale, ma che in realtà si rivela una spalla fondamentale.

De Martino, Izzo e Paolantoni, reduci da una stagione televisiva priva di pubblico, hanno sottolineato l’importanza e la gioia nel fare nuovamente uno spettacolo live, poiché gli applausi e le risate sono linfa vitale nel loro lavoro.

Al riguardo, De Martino ci dice “lavorare senza pubblico è come navigare a vista, nel senso che non hai un responso immediato, per cui non sai se una cosa sta andando bene o meno, quindi avere il pubblico davanti è fondamentale. Poi la cosa che veramente ci unisce e che ci ha unito in questo progetto è che noi cerchiamo in tutti i modi di non lavorare, cioè di rendere il lavoro piacevole a tal punto che non si sente il sacrificio e stare insieme per noi è divertimento”.

E questo divertimento, questa complicità è stata percepita in toto dal pubblico presente: c’è stato un susseguirsi di gag e risate, che sono riuscite a trasportare tutti in un clima festoso che ha regalato buonumore e seppur solo per qualche ora, ha donato una parvenza di normalità.