Coronavirus: posticipato “No time to die”, il nuovo film di James Bond

Daniel Craig

Dopo un’attenta valutazione e un’analisi del mercato cinematografico globale, è stato deciso di rinviare il quinto film della saga di James Bond.

La pellicola fu annunciata nel luglio 2017 con data di uscita ottobre 2019, poi rimandata a febbraio 2020 e infine ad aprile 2020 per diversi motivi. Al momento, la nuova data dovrebbe essere il 12 Novembre in Italia e nel Regno Unito e il 25 Novembre negli Stati Uniti, salvo ulteriori imprevisti.

No Time to Die, diretto questa volta non da Sam Mendes, ma da Cary Fukunaga, vede come protagonisti, oltre ovviamente a Daniel Craig, ultimo film per lui nelle vesti di 007, Léa Seydoux, Naomie Harris, Ben Whishaw,  Ana de Armas, Ralph Fiennes e Rami Malek, che dopo aver vinto l’Oscar l’anno scorso per il film “Bohemian Rhapsody”, intrepreta il nuovo “cattivo”.

Il venticinquesimo capitolo in totale della famosissima saga si apre con Bond  che, dopo aver abbandonato la vita da agente segreto, si gode la “pensione”  in Giamaica. Improvvisamente, però, arriva a disturbarlo il suo vecchio amico della Cia Felix Leiter , che gli chiede di aiutarlo. Parte, dunque, una nuova missione per 007, che dovrà salvare uno scienziato rapito, tra i classici inseguimenti e sparatorie e con la difficoltà di fronteggiare un nuovo nemico.

Con circa 250 milioni di dollari, questa è la seconda pellicola più costosa della serie, dopo “Spectre” che ne aveva incassati 300.

Da segnalare diverse riprese girate in Italia, in particolare a Matera e Gravina.