Corruzione a San Felice a Cancello, ecco le sentenze di primo grado: stangata per l’ex sindaco Pasquale De Lucia

San Felice a Cancello (Caserta) – Nel pomeriggio di giovedì sono state emesse dal giudice Carotenuto, presidente della seconda sezione penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, le sentenze di primo grado relative all’inchiesta sulla cosiddetta “tangentopoli” di San Felice a Cancello. Nel comune della valle di Suessola esisteva infatti un sistema di corruzione e pessima gestione della cosa pubblica che vedeva coinvolti politici e imprenditori della zona. Il processo è iniziato nel luglio 2017 ed in questo lasso di tempo sono state ascoltate centinaia di persone tra imputati e testimoni. Ieri il verdetto che ha interessato oltre 20 persone tra cui l’ex sindaco Pasquale De Lucia, che in primo grado ha ricevuto la condanna più pesante.

Pasquale De Lucia, 9 anni di reclusione;

Rita Di Giunta, 8 mesi di reclusione;

Francesco Auriemma, assolto;

Andrea De Lucia, 4 anni e 10 mesi;

Luigi Dragone, assolto;

Angelo Frasca, assolto;

Antonio De Marco, 4 anni di reclusione;

Giuseppe Bruno, assolto;

Santo Panariello,assolto;

Francesco Scarano, assolto;

Salvatore Schiavone, 6 anni e 6 mesi di reclusione;

Vincenzo Papa, un anno;

Nicola Papa, 8 mesi di reclusione;

Giuseppe Perrotta, 4 anni e un mese di reclusione;

Tommaso Fraiese, 6 mesi di reclusione;

Carlo Chersoni, 2 anni di reclusione;

Antonio Chersoni, 2 anni di reclusione;

Anna Maria Immacolata De Luca, 6 mesi di reclusione;

Giuseppe De Rosa, un anno e 10 mesi di reclusione;

Anna Maria Russo, un anno e 10 mesi di reclusione;

Michele Bergamo, un anno di reclusione;

Andrea De Simone, un anno di reclusione;

Balsamo Massimo, assolto;

Vincenzo De Luca, assolto;

Antonio Schiavone, 6 anni e 6 mesi di reclusione;

Antonio Basilicata,  8 mesi di reclusione.