Corruzione in Tribunale: Tra i 12 indagati anche la compagna del giudice Enrico Caria

Le indagini del Tribunale del Riesame di Roma riguardanti i casi di corruzione che sarebbero avvenuti nei tribunali di Napoli Nord e Santa Maria Capua Vetere, hanno aperto un altro filone di indagine da cui è scaturita una seconda inchiesta parallela.

La notizia dell’arresto, tra gli altri, del Giudice Enrico Caria (ex presidente della sezione fallimentare del tribunale di Santa Maria Capua Vetere prima e poi del tribunale di Napoli Nord) ha creato un vero terremoto negli uffici del tribunale di Aversa.

La seconda inchiesta riguarda il concorso in corruzione di atti giudiziari e coinvolge 12 indagati, tra cui Daniela D’Orsi, attuale compagna di Caria, il presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Aversa Antonio Tuccillo ed il suo predecessore Franco Matacena.

La prossima settimana è fissata a Roma la Camera di Consiglio in cui il Gip Alessandro Arturi dovrà decidere se concedere la proroga delle indagini richiesta dal Pubblico Ministero della Procura di Roma.

Per questa seconda inchiesta non sono state avanzate richieste di misure cautelari a carico degli indagati.