Corso di Aggiornamento per le Guardie Ambientali Volontarie (Gav) del Parco Regionale del Matese

Al via il Corso di Aggiornamento per le 18 unità di Guardie Ambientali Volontarie (Gav) per la maggior salvaguardia e protezione ambientale del Parco Regionale del Matese.

Ieri, nella sede della Provincia di Caserta, alla presenza del Vice Presidente della Provincia, dott. Domenico Carrillo, del Presidente del Parco Regionale del Matese, avv. Vincenzo Girfatti, del Comandante della Polizia Provinciale, dott. Luigi Iannone, e delle diciotto unità delle Guardie Ambientali Volontarie (Gav), ha preso il via la prima giornata del Corso di Aggiornamento per le diciotto unità, che saranno impegnate per una maggiore vigilanza ambientale del Parco Regionale del Matese.

Come noto, due settimane fa, è stata firmata dal Vice Presidente dell’Ente, dott. Domenico Carrillo, su input del Presidente della Provincia, avv. Giorgio Magliocca, la convenzione con il Presidente dell’Ente Parco Regionale del Matese, avv. Vincenzo Girfatti. La convenzione migliorerà il livello di salvaguardia e di tutela della protezione ambientale del Parco, attraverso l’utilizzo di dette unità, che saranno adeguatamente preparate allo svolgimento della funzione di vigilanza ambientale.

“Desideriamo migliorare la salvaguardia e la tutela del Parco Regionale del Matese – ha dichiarato il Vice Presidente della Provincia, dott. Domenico Carrillo – Con la convenzione abbiamo mosso un primo passo verso una maggiore valorizzazione del patrimonio verde e faunistico del Parco, che sarà concretizzato, a breve, con una specifica preparazione tecnica per queste diciotto unità. Ringrazio, ancora, il Presidente Girfatti per aver condiviso questa pregevole iniziativa, volta a valorizzare ulteriormente il prezioso patrimonio faunistico del Parco. Infine – ha concluso Carrillo – desidero ringraziare il Corpo della Polizia Provinciale per la disponibilità ad essere parte attiva di questa bella iniziativa, che darà senz’altro un valore aggiunto non solo al Parco ma all’intera comunità di Terra di Lavoro”.