Corteo Storico di San Leucio, ecco le novità dell’edizione 2024 svelate da Anna Ommeniello

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Ieri sera presso la sede dell’APS Pro Loco Real Sito San Leucio è stato presentato del Corteo Storico di San Leucio alla presenza dell’assessore Emiliano Casale e del Presidente della Pro Loco Domenico Villano.

Sono state annunciate tantissime novità, per illustrarne alcune riportiamo la dichiarazione del Presidente dell’Associazione Corteo Storico Anna Ommeniello.

Domenica 23 giugno San Leucio si veste, torna a sfilare e torna agli antichi splendori. Il Corteo Storico rappresenta la comunità, è un’aggregazione. Ma quali sono le novità del Corteo Storico di quest’anno

Il corteo è una novità ogni anno, perché i costumi indossati ruotano e vengono indossati da persone diverse. Per cui quell’atmosfera, quell’anima che esce da questo splendido costume, cambia ogni volta che viene indossato da un sorriso diverso, da una persona diversa.

Quest’anno ci sarà ancora più attenzione sulla seta perché si è tenuto un corso di tessitura. Un corso di due mesi durante il quale abbiamo avuto la gioia, l’onore e il piacere di far funzionare un autentico telaio a mano.

Per cui ci saranno le navette e il baco da seta perché parte tutto dal baco da seta. Il corteo è la seta, il corteo è lo statuto, il corteo è la gente, il corteo è la comunità.

Quest’anno partiremo sempre dal Belvedere che è il cuore pulsante della nostra San Leucio e arriveremo alla parrocchia di San Ferdinando Re, dove ci sarà l’uscita della coppia reale, che quest’anno cambia perché sarà impersonata da due nuovi figuranti.

Cambiano i volti, cambiano le persone, cambiano gli atteggiamenti e il modo di fare.

Quando il corteo raggiungerà l’arco borbonico, per la prima volta ci sarà un suggestivo cambio di guardia a cura del primo reggimento Re. Perché noi sappiamo che a quei tempi i cancelli erano presieduti dalla divisione militare che era formata spesso dai leuciani che a turno vigilavano i cancelli. Quindi sarà molto bello vedere, prima della lettura del bando, questo cambio di guardia.

Il corteo quest’anno avrà un percorso diverso, si porterà in piazza della Seta per poi concludere in piazza Trattoria.

Il quartiere Trattoria era la piazza dove Re Ferdinando accoglieva i visitatori alla reale udienza, quindi è in questo luogo storico che accoglieremo i visitatori e coloro che verranno ad ammirare le nostre stoffe, la nostra bellezza e i nostri quadri,

Il Re e la Regina dal loro trono dall’alto del quartiere Trattoria assisteranno ad uno spettacolo tradizionale: la mitica danza della coperta, una danza popolare che ha visto ballare diverse generazioni. Le musiche di Donato Scialla, rivisitate dal figlio Carmine, ci fanno sempre battere il cuore.

L’evento si chiuderà con il concerto di musica popolare contemporanea “Basta Live” con Giuliano Gabriele, cantautore e organettista italo-francese, in cui saranno coinvolti tutti gli spettatori.

Nel corso della manifestazione, con la direzione artistica dell’attrice Rossella Di Lucca, si svolgerà happening teatrale “Utopia Reale. La città felice di Ferdinando“, percorsi, contaminazioni e performace alla Real Colonia di san Leucio, con la partecipazione del Soprano Cira Di Gennaro.

Ci godremo la serata fino a mezzanotte – aggiunge Ommeniello – e, perché no, assaporando le “coccole leuciane”, prelibate delizie che in un ricco percorso eno-gastronomico le attività commerciali prepareranno a tema per l’occasione.

Sono soddisfatta, sono fiera del lavoro svolto in questi mesi perché abbiamo vissuto anche tante collaborazioni. Noi, il giorno dopo il corteo, già sappiamo cosa fare per l’anno prossimo. Il gruppo Corteo Storico e la direzione artistica di questa meravigliosa sfilata lavora tutto l’anno in attesa che il cuore possa battere di nuovo.