Cosa fanno gli italiani quando si connettono ad internet?

Cosa fanno gli italiani quando si connettono ad internet
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

La vita dei cittadini di tutto il mondo è radicalmente mutata nel corso degli ultimi quattro lustri. L’elemento che ha letteralmente modificato la quotidianità di ogni singolo cittadino è stata la prepotente ascesa della grande rete telematica, che soprattutto nello scorso decennio, grazie al processo di digitalizzazione avvenuto in ogni angolo del pianeta, è diventata un fattore imprescindibile.

Grazie al web possiamo ottenere informazioni di qualsiasi tipo, ottenere svago e sbrigare alcune pratiche burocratiche senza doversi recare negli uffici pubblici con conseguenti elevate perdite di tempo. Un mondo al quale è possibile accedere anche per il tramite del proprio telefonino, il mezzo più utilizzato per connettersi ad internet e chattare con amici e parenti tramite le applicazioni di messaggistica istantanea.

Svago e spensieratezza: cosa fanno gli italiani sul web per ottenerla?

Queste ultime mettono in risalto quale sia, essenzialmente, il motivo per il quale gli italiani sfruttano la grande rete telematica: svagarsi e divertirsi. Nelle app di messaggistica istantanea, infatti, possono trovare momenti di grande relax durante la propria giornata lavorativa, staccando un po’ la spina chattando con i propri amici o strappando una risata dopo aver visto contenuti multimediali divertenti

Si stima che nel nostro paese siano quasi 40 milioni le persone che utilizzano le applicazioni di messaggistica istantanea, con WhatsApp nettamente al primo posto con quasi 35 milioni di utilizzatori. Al secondo posto, nettamente distaccata ma in forte crescita nel corso dell’ultimo lustro, troviamo Telegram, grazie a sofisticati sistemi di sicurezza crittografica che garantiscono la massima privacy.

Particolarmente interessante il dato che riguarda l’utilizzo, a livello temporale, di queste chat, dove si calcola che gli italiani trascorrono, mediamente, almeno tre ore della propria giornata, con permanenza più lunghe, per quanto ovvio, nelle giornate feriali e di riposo. La ricerca di svago è confermata anche dalla fruizione di contenuti diversi dalle applicazioni di messaggistica istantanea.

Internet, infatti, può offrire grande relax grazie anche a siti molti accattivanti e piccanti, come ben sanno i cittadini campani che cercano qualche momento di leggerezza in compagnia di un trans a Caserta. Le opportunità per rendere più vivace la propria sfera più intima, d’altro canto, non mancano di certo nel mondo del web, ma bisogna sempre prestare grande attenzione alla qualità e serietà di ogni singolo portale.

Accrescere il proprio sapere grazie alla grande rete telematica

I più giovani adorano divertirsi nei tanti portali dedicati al mondo dei videogames, che da svariate generazioni, ormai, rappresentano una fonte di grande svago per i ragazzi di tutto il mondo. Luoghi dove i teenager di tutto il mondo danno vita a sfide online particolarmente avvincenti, spesso collegati da un capo all’altro del mondo. Un grande divertimento, però, che dev’essere attentamente monitorato dai genitori, considerato il rischio di creare una sorta di “video-dipendenza” che può ledere sulla salute del ragazzo.

Il web, però, è un mondo al quale rivolgersi non solo per ottenere un po’ di leggerezza, che si può ricavare anche navigando nei vari social network. Grazie ad esso, infatti, è possibile ampliare la propria cultura a 360° anche per il solo piacere di “sapere” o per motivi legati alla propria professione o al ciclo di studi seguito.

Il successo di Wikipedia, solo per citare la biblioteca online più famosa nella grande rete telematica, ne è la migliore testimonianza. Quando si connettono ad internet, gli italiani vogliono essere informati su quanto accade nel mondo, reperire notizie sempre fresche e dell’ultima ora. Non c’è da stupirsi, quindi, se i siti d’informazione siano quelli più seguiti dai cittadini del Belpaese, non di rado ricorrendo anche all’utilizzo della relativa applicazione della testata giornalistica preferita.