Ma cosa sta accadendo a Caserta, la nostra “Citta’ delle Meraviglie”?

In questi giorni apprendiamo con stupore che un “signore”, un privato, é entrato con la propria auto, altrettanto privata, nel favoloso Palazzo Reale della Citta’; si e’ diretto verso la bellissima fontana, con vasca posta in cima ai giardini e, gaudente, ci si e’ tuffato dentro.

Pertanto ci chiediamo come sia potuto accadere tutto ciò. Se e’ normale che qualcuno possa organizzarsi per una gita in auto per fare un (im)meritato bagno all’interno di una fontana dell’Opera Vanvitelliana. E ciò al di là di ogni dichiarata sfida dimostrativa, sterile ed incoerente.

E in tutto questo, dov’erano i custodi preposti alla sorveglianza?

E’ stato offerto da bere qualcosa di fresco e da chi di dovere, al novello cliente?

Gli é stato indicato, spero con dovizia di particolari, che distante qualche metro, sarebbe stato messo a sua disposizione il prato dei Giardini di Maria Carolina, con ombrellone e sdraio ricompresi?

La Direttrice Museale Tiziana Maffei ha dichiarato che, proprio mentre veniva consumato lo sciagurato atto vandalico, era in corso una riunione sulla sicurezza. Inoltre – ha dichiarato la direttrice – sono state avviate delle verifiche al sistema di sorveglianza per accertare le responsabilità.

Intanto, il “sirenetto” è stato denunciato sia dalla Direzione della Reggia che dai Carabinieri.

Caserta, sempre di più Città della Fantasia e della Creatività, in grado di far rivoltare nella propria tomba il Genio Vanvitelli, viceversa meritevole di un giusto riposo nell’incombente ricorrenza dei Defunti.

Caserta. Di tutto, di più.