Covid Campania, la consueta diretta del presidente De Luca: “Ad Halloween sarà coprifuoco”

Vincenzo De Luca è deciso: “Inutili gli appelli alla responsabilità, la movida va chiusa”. Inizia così la consueta diretta del venerdi del Presidente della Campania, puntando subito al tema che più preoccupa il territorio, la movida.

La Movida

“I fatti dimostrano che c’è un’alta percentuale di irresponsabili che continua a non capire. E invece indossando sempre la mascherina si potrebbe abbattere del 90 per cento il contagio”, ha aggiunto De Luca. “La movida va chiusa. Abbiamo un’esplosione di contagi e in strada si continuano a vedere giovani che parlano senza protezione a 50 centimetri di distanza. Se andassimo avanti così senza intervenire, fra tre settimane saremmo costretti a prendere decisioni ancora più nette e dolorose”.

Coprifuoco a Halloween

Inevitabile che il discorso cada sull’evento più prossimo che maggiormente potrebbe contribuire a portare i giovani per strada aumentando la diffusione del covid vale a dire la festa di Hallloween.

“Nel weekend di Halloween – precisa il Presidente  – americanata che è monumento all’imbecillità, chiuderemo tutto alle 22. Sarà il coprifuoco, non sarà consentita neanche la mobilità. Probabilmente potremo decidere un blocco della mobilità dopo la mezzanotte anche prima di quel weekend. Sentiremo il Viminale, perché se decidiamo una misura del genere occorrono controlli e sanzioni rigorose. Chi diffonde l’epidemia non usando le mascherine deve essere considerato autore di un reato.

Con questi numeri non si può scherzare. L’obiettivo è tenere in piedi 80-90 per cento delle attività economiche, se la gente ci aiuta indossando le mascherine ed evitando uscite irresponsabili di notte”.

Sulle Scuole

“In Campania non sono state chiuse le scuole, abbiamo deciso due settimane di didattica a distanza. Una scelta difficile, non presa a cuor leggero, ma era una delle misure necessarie da prendere, anche secondo gli epidemiologi.

Ora dobbiamo usare responsabilmente queste due settimane per lavorare sull’aumento delle linee di trasporto e sulla differenziazione degli orari, ricorrendo anche a turni pomeridiani se necessario”, ha poi concluso De Luca. “La scuola è un tema delicatissimo, cui teniamo tutti. Su ciò che ho sentito non farò commenti e non rispondo a nessuno”.