Covid e Scuole a Santa Maria Capua Vetere: aggiornamenti dal Sindaco Antonio Mirra (VIDEO)

Sindaco Antonio Mirra

In seguito alla comunicazione giunta nella serata di ieri 26 settembre in merito alla positività di un cittadino sammaritano, si è giunti alla quota di 9 casi attualmente positivi, mentre dalla fine di agosto, periodo in cui è emerso il primo caso dopo un lungo periodo privo di casi positivi, si sono registrati 20 casi in città, che si vanno ad aggiungere ai casi precedentemente registrati nei mesi del lockdown. Tali ultimi casi si caratterizzano per essere prevalentemente asintomatici e paucisintomatici, senza la necessità di ricovero.

In seguito all’ordinanza emessa dal presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, in virtù dell’uso delle mascherine obbligatorio in tutti i luoghi e durante tutte le ore della giornata, il sindaco della città sammaritana ha richiesto l’intervento della polizia municipale, dei carabinieri e della polizia di stato con lo scopo di irrorare controlli e sanzioni in caso di mancato utilizzo della suddetta.

In merito alla questione della riapertura delle scuole, il primo cittadino sammaritano ha sottolineato il contributo, giunto alla città da parte del governo, di 160mila euro per lavori di adeguamento in tutti i plessi scolastici presenti sul territorio comunale, grazie al quale i lavori sono stati completati prima dell’inizio dell’anno scolastico. In seguito alle elezioni del 20 e 21 settembre, i plessi scolastici impegnati come seggi elettorali sono stati consegnati ai rispettivi dirigenti scolastici nella serata del 22, in tempi record rispetto a molteplici altri plessi della provincia di Caserta. L’apertura delle scuole, avvenuta il 24 settembre, è stata possibile grazie al lavoro messo immediatamente in pratica dal corpo scolastico stesso, in alcuni casi aiutato dai genitori degli alunni. Il tema fondamentale è relativo alla mancata consegna dei banchi monoposto: ciascun dirigente scolastico ha, dunque, messo in atto tutto il possibile.

Alcuni hanno rispolverato i già presenti banchi monoposto, altri hanno preferito utilizzare esclusivamente le sedie, in modo da garantire il distanziamento sociale e permettere agli studenti di non utilizzare la mascherina, altri ancora hanno utilizzato i banchi già presenti, posizionando gli studenti nel miglior modo possibile, ma senza la possibilità di tenere il distanziamento sociale e dunque obbligando gli studenti all’utilizzo della mascherina. Il Sindaco Antonio Mirra ricorda che tale problematica non è legata esclusivamente al comune di Santa Maria Capua Vetere, né alla provincia di Caserta, né tantomeno alla regione Campania, per tale motivo presenterà una lettera di sollecitazione al ministro Gualtieri.