“Come i Curumba”, al “Don Bosco” di Caserta i colori dell’amore

Caserta – Tra realtà e immaginazione. Il 19 gennaio, alle 20:45, la compagnia stabile dell’associazione “30 Allora” di Casagiove torna al Teatro “Don Bosco” di via Roma, a Caserta, con uno spettacolo dal titolo “Come i Curumba”.

Il testo ruota intorno al tema dell’amore, toccato con leggerezza, con una nota di serietà sul finale. In scena, per la regia di Vincenzo Russo, che è anche interprete, Valeria D’Amore, Elio Amedeo, Rita Solimeno, Carla Lettiero, Annamaria Menditto, Peppe Petriccione e Francesco Pisano.

“Come i Curumba” è l’intreccio delle storie di Mariateresa, scrittrice, divisa all’occorrenza in Maria e Teresa, per tenere il passo alla doppia vita che ha costruito in nome dell’amore, dividendosi tra due mariti completamente opposti. Di Giorgio, professore di matematica, pignolo, paranoico, ipocondriaco, abitudinario, che si muove nel suo ordine perfetto dove nulla è lasciato al caso e tutto ha una spiegazione. Di Danny, cantante neomelodico in cerca di ispirazione, ma vittima del blocco dell’artista, autore di vocaboli inverosimili, che prova a darsi un tono leggendo “Men’s health”. Di Sara, editrice, donna libera dal polso di ferro e dalla vita social, protagonista della mondanità e follower di Jessica Rabbit. L’incontro di queste personalità così diverse e così strambe determinerà una scossa negli equilibri così faticosamente raggiunti da Mariateresa, a dimostrazione che, in fondo, l’amore non ha regole, non ha formule, né colore ed è l’imprevisto più entusiasmante cui ci si possa imbattere.

Le musiche sono di Marco Mantovanelli e Gamal Seya; le scenografie di Peppe Petriccione; l’audio-luci di Stefano D’Ambrosio e i costumi di Annamaria Zambo. Assistente di scena, Carla Lettiero.

Loading...