I danni causati ai condòmini per la cattiva manutenzione dell’ascensore devono essere risarciti dal condominio

I danni causati ai condòmini per la cattiva manutenzione dell’ascensore devono essere risarciti dal condominio

il Tribunale di Bari  con sentenza del 29.09.2020 la n.2877 ha deciso che sono solidalmente responsabili il condominio e la ditta appaltatrice della manutenzione per i danni causati da un malfunzionamento dell’ascensore.

In provincia di Bari mentre alcuni condomini scendevano in ascensore si accorsero di un cattivo funzionamento dell’impianto e nel mentre che raggiungevano il secondo piano si vedevano catapultati al suolo con gravi danni e notevole paura al punto che necessitava l’intervento dei sanitari del pronto soccorso ove venivano accompagnati dall’ambulanza.

Avendo proposto azione civile nei confronti del condominio, lo stesso chiamava in causa le ditte che avevano gestito precedentemente la manutenzione dell’ascensore, rigettando ogni richiesta risarcitoria non ritenendosi responsabile di alcun danno laddove la responsabilità fosse da ascriversi esclusivamente alle ditte di manutenzione. Delle due ditte che avevano tenuto in carico il controllo dell’impianto, la prima, eccepiva la sua estraneità in quanto l’evento si era verificato quando non aveva più in gestione l’impianto mentre la seconda dichiarava di aver eseguito tutti i controlli prescritti per legge.

Durante il processo veniva esperita la prova testimoniale ed eseguita della consulenza tecnica d’ufficio a seguito di tali mezzi istruttori si verificava che il danno occorso all’impiantoera strettamente legato alla cattiva manutenzione dello stesso e si confermava il nesso di causalità tra l’incidente e le lesioni subite dai condomini.

La sentenza di condanna è scaturita dall’argomentazione del Giudice dall’art.2051 c.c. rubricato “danno cagionato da cose in custodia” da cui si desume che ogni persona è responsabile dei danni cagionati dalle cose che detiene in custodia. Ciò lascia dedurre che il condominio pur non essendo il manutentore dell’ascensore, essendo una ditta appaltatrice deputata prettamente a tale servizio, avendo funzioni di controllo come custode dei beni condominiali deve vigilare che gli stessi siano efficienti ai fini preposti senza che arrechino danni.

Risulta evidente che nonostante vi fosse il contratto di appalto per la manutenzione dell’impianto di ascensore di una ditta specializzata, il condominio deve rispondere unitamente all’impresa di manutenzione dei danni cagionati dagli impianti condominiali. Resta evidente che può essere intrapresa azione di rivalsa nei confronti dell’impresa da parte del condominio contro la ditta di manutenzione per mancato corretto adempimento del contratto di appalto di servizi con la consequenziale richiesta di risarcimento delle somme anticipate ai condomini.

Per ulteriori approfondimenti: Studio Legale Civile & Penale Avv. Paolo Saracco