Danno da 15 mila euro ad una tabaccheria nel ferrarese: otto truffatori di Caserta e Napoli denunciati

Danno da 15 mila euro ad una tabaccheria nel ferrarese: otto truffatori di Caserta e Napoli denunciati

Sono otto, quattro uomini e quattro donne, i denunciati per una clamorosa truffa di 15 mila euro compiuta ai danni di una edicola-tabaccheria di Ariano Ferrarese l’11 agosto dell’anno scorso. Sono tutti residenti in una ristretta area tra le province di Napoli e Caserta e, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, avrebbero tutti concorso nella truffa realizzata materialmente da un solo uomo.

Uomo che nel pomeriggio dell’11 agosto scorso si è recato dall’edicolante spacciandosi per dipendente di una importante società di gestione dei software per tabaccherie e centri scommesse. Con questa “qualifica” è riuscito a raggirare il titolare facendogli fare 15 ricariche da 995,55 euro ciascuna per un importo di quasi 15 mila euro.

Solamente il giorno seguente la vittima si è resa conto del raggiro e ha sporto querela nei confronti di ignoti recandosi dai Carabinieri di Mesola. I militari, dopo sei mesi d’indagini e accertamenti, sono riusciti a identificare alcuni degli autori del raggiro e destinatari delle somme sottratte con inganno denunciando otto persone a piede libero:

A.Y., quarantenne marocchino residente nel casertano; Z.R., cinquantaseienne casertana; P.V., ventottenne casertana; C.C. cinquantottenne casertana; D’A.L., ventiduenne casertano; D’A.C., ventenne casertano; M.E., ventinovenne napoletano; A.M., ventiquattrenne napoletana. Dovranno tutti rispondere del reato di truffa aggravata in concorso.