Dantedì, la Reggia di Caserta ricorda il sommo poeta Dante Alighieri con gli allievi del Liceo Pietro Giannone

La Reggia di Caserta aderisce anche quest’anno al Dantedì, la giornata nazionale, dedicata al viaggio nell’aldilà che il Sommo Poeta intraprese nella Divina Commedia, istituita nel 2020 dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro Dario Franceschini.

L’istituto del Ministero della Cultura, impegnato nella promozione della partecipazione dei giovani alle attività del Museo, ha invitato il Liceo Pietro Giannone ad essere protagonista del ricordo di Dante Alighieri.

La mattina del 25 marzo, dalle 9.30 alle 13, dunque, negli Appartamenti Reali circa 100 allievi delle classi del liceo scientifico e classico del Giannone si succederanno in una maratona di lettura di passi selezionati dalle tre cantiche dantesche, accompagnati dall’ensemble musicale della scuola.

Leggeranno i passi dal libro “La Divina Commedia”, con tavole in rame, stampato nella Tipografia all’Insegna dell’Ancora, 1817-1819, prezioso testo conservato nella Biblioteca Palatina del Museo. Momenti di condivisione e conoscenza che accompagneranno il pubblico della Reggia di Caserta nella visita del piano nobile del Palazzo.

I ragazzi del Liceo proporranno ai visitatori anche tableaux vivants di alcuni dei canti più suggestivi dell’opera di Alighieri, con piccole scene teatrali, monologiche e dialogiche. I lavori sono coordinati dal prof. Marcello Natale, segretario della sezione di Caserta della Società Dante Alighieri, e dalle professoresse Daniela Borrelli, Giusi Sadutto ed Enza Sesio.

La partecipazione all’iniziativa​ rientra nel costo ordinario del biglietto di ingresso alla Reggia di Caserta.