De Luca afferma: “Il picco di contagi da Coronavirus in Campania ci sarà entro fine mese” (guarda il video integrale)

Inviato al governo il provvedimento di chiusura di tutti i locali pubblici della Regione Campania alle ore 18:00

Vincenzo De Luca Regione Campania

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella live Facebook conclusasi alcuni minuti fa, annuncia la proroga di 3 mesi relativa alla scadenza della domanda di esenzione ticket, il quale verrà esentato in maniera automatica, senza la presentazione, da parte della popolazione, di alcuna domanda.

Ieri si è determinato un punto di svolta per quanto riguarda il contagio nella Regione Campania: centinaia sono stati gli arrivi di concittadini registrati dal Nord Italia: attualmente nella regione vi sono in isolamento domiciliare controllato 1318 persone, di queste un centinaio positive al Coronavirus, ma asintomatiche.

Per ogni persona contagiata è stata ricostruita la catena di contatti avuti, per ogni contagiato sono state contattate in media 10 persone appartenenti al nucleo familiare e tutti collocati in isolamento domiciliare. Il lavoro di prevenzione così capillare subirà delle modifiche, in quanto con l’arrivo di un numero così alto di persone sarà difficile controllare ed inoltre ricostruire la catena di contatti.

In Regione Campania si attende per la fine del mese di marzo un picco di contagi da Coronavirus.

Risulta in preparazione la disposizione di nuovi posti letto in terapia intensiva:  nelle ultime 36 ore sono stati attrezzati 100 nuovi posti letto aggiuntivi.


Per quanto riguarda le aziende di trasporto sarà mantenuta la medesima quantità di corse, senza riduzioni al servizio in quanto questo consente la presenza di autobus meno affollati, garantiti da operazioni di sanificazioni.

Inoltre, domani in giunta saranno approvati contributi da parte della Regione a sostegno di nuclei familiari i quali hanno affrontato spese ulteriori per l’ingaggio di babysitter.

Infine il Governatore della Regione Campania ha dichiarato di aver inviato al governo il provvedimento di chiusura dei locali alle 18, in quanto la distanza di sicurezza all’interno di questi risulta essere inapplicabile.