Vincenzo De Luca interviene sul pensionamento anticipato di Mauro Felicori: l’Italia è un Paese demenziale

Caserta – Ieri sera all’ultimo spettacolo in cartellone della rassegna “Un’Estate da Re” che si svolgeva all’Aperia della Reggia di Caserta era presente anche il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Sollecitato da alcuni cronisti su cosa ne pensasse dell’annuncio fatto qualche giorno fa dal direttore della Reggia Mauro Felicori circa un suo abbandono anticipato per raggiunti limiti di età, il Governatore ha espresso il suo parere in merito.

“Mi dispiace molto, credo che sia una grave perdita, non so se sia obbligato a lasciare per ragioni anagrafiche. Da questo punto di vista l’Italia rimane un Paese demenziale, queste sono cose che si vedono solo in Italia. ‘Va in pensione, non va in pensione’, non abbiamo ancora imparato a valorizzare il merito fino in fondo con grande semplicità come avviene in tutti i paesi civili del mondo.

“Mauro Felicori ha svolto il suo compito in modo eccellente, lo ringraziamo per il lavoro che ha fatto, sia di moralizzazione, per alcuni aspetti della realtà della Reggia, sia di valorizzazione del patrimonio della Reggia stessa.

“Ora noi siamo qui, abbiamo come Regione Campania fatto il lavoro di recupero di questa Aperia che era completamente abbandonata. Ricordo la felicità anche di Felicori quando gli abbiamo realizzato questo intervento.

Comunque, non ho ancora avuto modo di parlare con il direttore della Reggia e spero di averlo qui fra poco. Voglio parlargli e provare, se è possibile, a recuperare la sua presenza ancora per un periodo a Caserta e in Campania.”

Loading...