Il delegato al Belvedere di San Leucio, il consigliere comunale Donato Tenga, interviene sul sito Unesco.

“Stiamo lavorando come mai era stato fatto in passato sul Complesso Monumentale. Abbiamo recuperato i finanziamenti persi dalla passata Amministrazione su San Leucio. Troppo comodo ed inappropriato speculare con polemiche sterili, pretestuose e strumentali sugli scempi attraverso video e messaggi sui social. Questa è una politica che non ci appartiene. Tali scempi e storture non sono certo da addebitare a questa Amministrazione ma a chi invece i finanziamenti li ha persi e non ha pensato agli interventi da realizzare sul serio per San Leucio”. A dichiararlo è stato il delegato al Belvedere di San Leucio, il consigliere comunale Donato Tenga.

“In primo luogo – ha aggiunto – voglio ribadire a coloro i quali fanno bella mostra dietro ad una telecamera che non si contribuisce certo con le polemiche a costruire scenari futuri positivi e che il finanziamento, tra gli altri, per la riqualificazione dello scalone e delle stalle reali lo avevano perso. Questa Amministrazione, invece, attraverso il programma Pics Europa, è riuscita a ritrovare e addirittura a potenziare il finanziamento, che consentirà di trasformare quei luoghi nel vero e proprio punto di accoglienza turistica del Belvedere di San Leucio. Abbiamo anche reperito i fondi necessari alla realizzazione di una nuova e tecnologica biglietteria, del sistema di videosorveglianza (anche con 95mila euro ottenuti da Conad con il progetto “Art Bonus”), oltre ad aver pubblicato il bando per il recupero dei vigneti reali. Inoltre – ha proseguito Tenga – l’Amministrazione passata ha perso anche un milione di euro di finanziamenti per la risistemazione di piazza della Seta, che noi abbiamo recuperato, oltre ai fondi, che ammontano ad oltre 4 milioni di euro, per la realizzazione della bretella di San Leucio. Anche in quest’ultimo caso, siamo riusciti a riprendere questo finanziamento: nel giro di 20 giorni approveremo il progetto esecutivo ed andremo a gara. Questi sono fatti e frutto di un lavoro continuo”.

“Altro aspetto da chiarire – ha continuato il delegato al Belvedere – è quello riguardante l’azienda Conti3. Non è stata certamente l’attuale amministrazione o squadra di governo ad avere avuto un atteggiamento totalmente acquiescente nei confronti di questa realtà. All’atto dell’insediamento dell’azienda non ci risulta che chi faceva parte della giunta passata abbia mai sollevato alcuna questione. La nostra Amministrazione, invece, ha dialogato in maniera fruttuosa con l’azienda, che ha già comunicato di delocalizzare le attività entro il mese di agosto, oltre a realizzare un ulteriore centro di accoglienza turistica. Infine, non si è mai fatto nulla per via San Leucio, mentre la nostra Amministrazione ha appena approvato un progetto esecutivo, sta per pubblicare la gara ed entro il mese di maggio partiranno i cantieri per il rifacimento di questa strada. Pertanto, in questo come negli altri casi, eviterei di fare basso populismo pensando di ingannare qualche distratto osservatore e pontificando dalle pagine di qualche giornale”.