Delegazione di Caserta, con il sindaco Marino in testa, in visita al carabiniere ferito nel foggiano

Questa mattina una delegazione istituzionale composta dal sindaco Carlo Marino, dai consiglieri Pasquale Antonucci e Andrea Boccagna si è recata in visita al carabiniere Pasquale Casertano, ferito ad un braccio e al fianco da un pregiudicato, Giuseppe Papantuono, la settimana scorsa, nel corso della sparatoria in cui purtroppo ha visto la morte il maresciallo maggiore e vicecomandante della stazione di Cagnano Varano, Vincenzo Di Gennaro.

Pasquale Casertano, carabiniere 26enne ricoverato a San Giovanni Rotondo presso l’Ospedale “Casa del Sollievo della Sofferenza“, lo ricordiamo, è originario proprio di Caserta città, la sua famiglia infatti risiede a Via Patturelli. Le sue condizioni paiono abbastanza buone ci riferiscono i nostri tre inviati da Palazzo Castropignano, nonostante il folle omicida abbia scaricato un intero caricatore all’interno dell’auto dove i due si trovavano. Dopo l’operazione e 48 ore di terapia intensiva, è stato trasportato nel reparto di chirurgia addominale dove ha subito un delicato intervento che però ha avuto un ottimo esito. All’incontro era presente anche la famiglia del militare e il capitano dei CC Gennaro de Gabriele.

Gli abbiamo portato l’affetto e i saluti della città, sperando di rivederlo presto a Caserta” ha dichiarato Carlo Marino. Inoltre, augurando una veloce guarigione al carabiniere, il sindaco già da ora gli ha dato appuntamento presso la sede comunale di Caserta per attribuirgli le pubbliche onoranze riservate ai cittadini meritevoli e che mantengono elevata considerazione della città di appartenenza

Il giovane carabiniere, che aveva ricevuto anche la visita del premier Giuseppe Conte, adesso è in netto miglioramento anche se ha ovviamente bisogno di molto riposo.