Denuncia il compagno per atti persecutori e finisce per essere arrestata per spaccio di stupefacenti

Nell’ambito di un’ indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso it Tribunale di Napoli Nord,  i carabinieri della Stazione di San Cipriano d’Aversa (CE) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. presso it Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 2 persone (un uomo e una donna) di anni 49 e 32, domiciliati in San Cipriano d’Aversa (CE), per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Le attività investigative hanno avuto inizio lo scorso mese di giugno in seguito alla denuncia presentata dalla donna nei confronti dell’uomo nel corso della quale, lamentando atti persecutori nei propri confronti, produceva it contenuto delle conversazioni intercorse tra loro attraverso l’applicativo WhatsApp dalla cui disamina emergevano, tra l’altro, elementi – riferibili a detenzione di sostanza stupefacente (marijuana e hashish) e prezzo di vendita per la cessione a terzi – che hanno consentito di delineare un grave quadro indiziario nei confronti degli indagati in ordine ai reati contestati.