Derby amaro per l’Irtet Casapulla, Maddaloni si impone grazie ad un super Desiato

Casapulla, Maddaloni (Caserta) – L’Irtet Casapulla resiste finché può, ma poi cede con l’onore delle armi al più esperto S. Michele Maddaloni, impostosi nel derby di Terra di Lavoro 67-78.

I gialloviola ritrovano in extremis D’Aiello, out da due turni a causa di problemi fisici, mentre i biancoblu hanno un Desiato in più e l’ex Della Peruta (squalificato) in meno rispetto al match di andata. Parrillo parte a sorpresa col quintetto piccolo, con Ragnino e Cioppa a mettere pressione sugli esterni di casa e l’asse play-pivot Desiato-Rusciano che parte dal pino. Nelle battute iniziali sono i gialloviola a partire meglio, grazie ad una difesa attenta ed ai contropiede degli esterni. Di Lorenzo è bravo a tagliare la difesa a suon di penetrazioni e le triple di Guastaferro e Nacca valgono il 13-6 a -3’53”.

I maddalonesi si affidano per lo più a Moccia in avvio, ben spalleggiato da un Chiavazzo che fa del fisico la sua arma in più. Un fallaccio antisportivo di Requena su Olivetti accende improvvisamente la sfida e una di lì a poco bomba di Di Lorenzo certifica la supremazia locale (18-10, -2’48”). I contatti si sprecano e vengono puntualmente sanzionati dal duo arbitrale, ma dalla linea della carità regna l’imprecisione. D’Aiello appoggia il 21-12, ma Desiato si carica sulle spalle i suoi ed a suon di assist li riporta a -2. L’ultimo possesso, con una manciata di secondi sul cronometro, è di marca Irtet: Di Lorenzo sgancia il buzzer beater del 24-19 che archivia la prima pausa.

Il S. Michele c’è: Ragnino trova un canestro dai 6,75 fondamentale e Chiavazzo sigla il -1 dalla lunetta in un amen. Servono sette punti in fila di Olivetti per uscire dall’impasse (31-25 dopo 2’30”), ma la gara resta combattutissima. Moccia e Nacca si sfidano dall’arco, con il 44 gialloviola che tiene avanti i suoi grazie a 7 punti consecutivi (38-32). Desiato però sale in cattedra, dispensa basket, e griffa sette punti (inclusa una tripla) nel parziale che riapre la contesa (40-39 al 17’). L’inerzia è tutta nelle mani dei maddalonesi che mettono la freccia con una tripla di Moccia e volano a metà gara sul 40-46, piazzando un mortifero 2-14 negli ultimi 4’, mentre il Casapulla non trova alternative a Nacca.

La ripresa si apre con i biancoblu molto aggressivi in difesa, mentre coach Monteforte rimanda in campo Guastaferro, frenato dai falli, che ne piazza cinque in un attimo. I muscoli di Rusciano nel pitturato si fanno sentire, ma una rubata e contropiede di Nacca valgono il 47-48 al 23’. La rincorsa dell’Irtet però termina qui: Desiato francobolla Guastaferro, Olivetti e Nacca forzano, allontanando sempre più il loro raggio di tiro, mentre Chiavazzo e Rusciano dominano in vernice (47-54 al 29’). Dopo oltre 6’ di buio Guastaferro muove nuovamente il tabellone a cronometro fermo, appena entrati nell’ultimo giro di lancette. Un altro tracciante di Desiato riporta però sulla Terra i casapullesi. Che inseguono 49-57 all’ultima sirena.

Guastaferro è l’ultimo ad arrendersi e con un gioco da tre punti riporta a -5 l’Irtet, ma alcune ingenuità difensive clamorose dei casapullesi permettono a Ragnino e Cioppa di confezionare il break decisivo a suon di tiri liberi. Nacca prova a mantenere vive le speranze insaccando la bomba del 55-62 (-7’30”), ma prima i lunghi e poi un canestro da lontano di Desiato (59-73 al 36’), chiudono ampiamente in anticipo i conti. Nacca e Olivetti rosicchiano qualcosina dai 6,75, ma Moccia ristabilisce la doppia cifra si vantaggio con cui si chiude l’incontro.

Irtet Bk Casapulla – Pall. S. Michele Maddaloni 67-78

IRTET CASAPULLA

Di Lorenzo 8, Mastroianni ne, Guastaferro 19, Olivetti 12, Del Vaglio, Delli Paoli ne, Coda ne, Damiano, Nacca 24, Avella 2, Lillo ne, D’Aiello 2. All. Monteforte

PALL. S. MICHELE MADDALONI

Requena 4, Ragnino 8, Cioppa 6, Spallieri ne, Moccia 15, Desiato 18, Pascarella, Rusciano 12, Chiavazzo 15, Cerreto ne. All. Parrillo

ARBITRI: Belprato e Guerrasio di Napoli.

PARZIALI: 24-19, 40-46, 49-57.