“Diamoci una scossa!”, a Limatola la seconda Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica

Domenica 20 ottobre 2019 sarà celebrata la seconda Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica. Come ormai noto, l’Italia è un Paese ad alto rischio sismico.Ma se l’evento tellurico è naturale ed imprevedibile, i suoi effetti sugli edifici e sulle persone possono e devono essere comunque mitigati adottando misure che migliorino la sicurezza delle abitazioni.

Da questa semplice constatazione è nata, lo scorso anno, l’idea di un’iniziativa nazionale diretta a favorire una cultura della prevenzione sismica e un concreto miglioramento delle condizioni di sicurezza del patrimonio immobiliare del nostro Paese

Lo slogan della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica Diamoci una Scossa! ha come obiettivo quello di dar vita ad un programma di “prevenzione attiva” offrendo ai cittadino un incentivo reale per migliorare la sicurezza della propria casa.

Non si tratta, dunque, solo di una campagna informativa, ma di un’iniziativa che permette di passare concretamente “al fare” con visite tecniche informative presso le abitazioni da parte di Architetti e Ingegneri esperti in rischio sismico.

Così come lo scorso anno, anche quest’anno Limatola ha risposto bene all’iniziativa, grazie al supporto dell’Assessore alla Protezione Civile Dott. Massimiliano Marotta e dei volontari di Protezione Civile afferenti all’Associazione “Fides”, guidati dalla presidente Tariello Maria Antonietta. Da un po’ di tempo, ormai, l’Assessore Marotta e la Presidente della “Fides” Tariello stanno organizzando innumerevoli eventi sul territorio, aderendo anche ad iniziative nazionali,al fine di promuovere le buone pratiche di protezione civile e sensibilizzare in maniera capillare i cittadini sui rischi del territorio e i comportamenti da mantenere in caso di eventi calamitosi.

In piazza San Biagio per tutta la mattinata di domenica 20 Ottobre sarà presente un gazebo informativo in cui i volontari della “Fides” daranno ai cittadini tutte le informazioni utili sulla prevenzione attiva in corso. Difatti, sarà possibile prenotare una visita presso la propria abitazione. Una volta raccolta tutte le istanze, per tutto il mese di novembre migliaia di professionisti, consapevoli dell’importanza del proprio ruolo tecnico per la messa in sicurezza del Paese, parteciperanno volontariamente all’iniziativa recandosi presso le abitazioni dei cittadini che ne hanno fatto richiesta per effettuare una visita tecnica al fine di fornire una prima informazione sullo stato di rischio dell’immobile e sulle possibili soluzioni finanziarie (Sisma Bonus ed Eco Bonus) e tecniche per migliorarlo, senza alcun costo per il cittadino.