Dipinto di Domenico Mondo ritrovato a Roma, era stato trafugato a Napoli trent’anni fa

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Ritrovata intatta dopo trent’anni a Roma una pala d’altare del 1760 attribuita al pittore casertano Domenico Mondo (1723-1806). Era stata trafugata dalla chiesa di Sant’Aspreno ai Crociferi, sita in Piazzetta Crociferi ai Vergini a Napoli.

La sensazionale scoperta è avvenuta al Mercatino franchising di Monte Mario in via Trionfale e, dopo una vendita lampo, l’opera valutata autentica, è stata consegnata al Comando Carabinieri di Porta Cavalleggeri.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

La pala d’altare raffigura l’incontro tra San Filippo Neri e San Carlo Borromeo ed è realizzata olio su tela su studio di Luca Giordano, a cui l’autore si rifece. L’Eleganza dello stile di Domenico Mondo fa di lui, a buon diritto, “il più brillante dei solimeneschi napoletani” (Vitzthum, p. 38). L’opera tornerà presto al suo splendore e sarà restituita alla Comunità e al Patrimonio storico artistico.