Distretto Turistico del Matese, al via i lavori per la centralità e sostenibilità dei territori

Si è svolta presso l’Assessorato Regionale allo Sviluppo e Promozione del Turismo, la prima Assemblea dei Sindaci del Distretto Turistico del Matese.

Delimitato dalla Regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 57 del 28/12/2017 e riconosciuto con D. M. n. 25 del 11/01/2018 dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e il Turismo, tale Distretto comprende i Comuni di Castelvenere, Cerreto Sannita, Cusano Mutri, Faicchio, Guardia Sanframondi, Pietraroja, Puglianello, San Lorenzello, San Lupo e San Salvatore Telesino ed è nato su impulso di Confapi Campania, Databenc (Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali), Studio Impresa Ricerca e Sviluppo e di un gruppo di imprese locali, in particolare nella persona di Giuseppe Crocco.

All’incontro, convocato dal Presidente del Coordinamento Regionale dei Distretti Turistici della Campania, Vincenzo Marrazzo, ha preso parte, oltre a Sindaci e delegati, l’Assessore Regionale al Turismo, Avv. Corrado Matera.

“Lavoriamo nella direzione della centralità e sostenibilità, muovendoci con determinazione per dare al territorio campano sempre nuovi elementi per uno sviluppo turistico ed economico di qualità” – ha sostenuto l’Assessore Matera, che ha proseguito: “La Regione Campania è al fianco dei Distretti per lavorare in sinergia ed eliminare sovrapposizioni di aree di intervento, affinché ciascun ente, associazione e istituzione abbia un ruolo ben delimitato”.

Tra i punti all’ordine del giorno, la scelta del coordinamento a Guardia Sanframondi e sede della sede a Cusano Mutri.

All’unanimità, la governance dell’Assemblea dei Comuni del Distretto Turistico Matese è stata affidata a Morena Di Lonardo, Assessore al Turismo del Comune di Guardia Sanframondi, in qualità di coordinatrice, e Marah Ricciardi, consigliere delegato del Comune di San Lorenzello, in qualità di vicecoordinatrice.

“E’ per me un onore poter rappresentare e coordinare i 10 Comuni ricadenti nel Distretto del Matese” – spiega Morena Di Lonardo. “Una grande responsabilità, che però assumo con grande piacere, nell’obiettivo di dare al nostro straordinario territorio e alla comunità che lo vive sempre nuovi ed efficaci strumenti di crescita” – prosegue la Di Lonardo.

I Distretti Turistici danno grandi vantaggi ai privati che decidono di investire nel territorio e alle imprese presenti. Ad essi, infatti, si applicano le disposizioni agevolate in materia amministrativa e finanziaria, per la ricerca e lo sviluppo, oltre ad essere l’area del distretto una Zona a Burocrazia Zero.

“Semplificazione ed agevolazioni fiscali e burocratiche daranno ai Comuni ricadenti nel Distretto Turistico del Matese quella verve e quella forza che li renda luoghi in cui si arriva e non da cui ci si allontana, porto di approdo e non più luogo di esodo” – continua la neo Coordinatrice del Distretto del Matese.

Di rilievo anche la scelta della sede del Distretto, che i presenti all’Assemblea, in maniera concorde, hanno stabilito di fissare a Cusano Mutri, in un locale di proprietà comunale, per sottolineare e porre in rilievo il fatto che l’impulso alla costituzione del distretto è partita proprio da un imprenditore di quel Comune, Giuseppe Crocco, che, con lungimiranza, ha ben pensato di farsi promotore di tale importante strumento. Tra l’altro, Cusano Mutri è il paese che, dopo Benevento, possiede il maggior numero di posti letto nella Provincia.

Prende dunque materiale avvio l’attività del Distretto del Matese e già si lavora per il coinvolgimento degli imprenditori e dei privati, con un primo incontro fissato per il 2 settembre a Villa Marchitto, a Puglianello e ci si muove verso la creazione di “Smart Cities”, con un progetto che vedrà coinvolti tutti i Comuni ricadenti nel Distretto, con Cerreto Sannita capofila.

Loading...