I Docenti dei Diritti Umani tornano a scrivere al Ministro dell’Istruzione: “La nuova azione di Governo si ricordi delle ingiuste deportazioni”

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani ha inviato una richiesta di incontro al prof. Lorenzo Fioramonti, Ministro dell’Istruzione, per discutere alcune questioni nevralgiche che tanto hanno angustiato i professionisti del mondo della scuola e su cui più volte avevamo richiamato l’attenzione: il precariato, il sistema di reclutamento, la vexata quaestio dei docenti deportati là dove la spesso incomprensibile logica “algoritmica” disponeva; le problematiche e le istanze della classe di concorso A046 – discipline giuridiche ed economiche.

Auspichiamo fortemente che le esigenze della classe docente possano trovare autenticamente una soluzione adeguata nell’azione del Governo.

Ricordiamo i tanti progetti in cui il Coordinamento è impegnato per sviluppare l’area della legalità come, ad esempio, la nostra attività didattica “Olimpiadi digitali dei Diritti Umani” e le nostre iniziative  per l’introduzione della disciplina di Educazione civica come materia autonoma nelle scuole di ogni ordine e grado.

Loading...