Dodici reportage per la finale del Premio Buone Notizie Scuola/Giovani Targa Angelo Ferro

Sono 12 i lavori giunti alla fase finale del Premio nazionale Buone Notizie Scuola/Giovani – Targa Angelo Ferro, selezionati tra 370 reportage inviati da altrettante scuole e università. Nato con l’obiettivo di promuovere la buona informazione e il buon giornalismo partendo dalle scuole primarie fino alle università, il premio è divenuto negli anni un appuntamento stabile per la città di Caserta e non solo, legato al premio giornalistico “Buone notizie”, giunto alla decima edizione. La cerimonia di consegna si terrà sabato prossimo, 12 maggio 2018 presso la Biblioteca del Seminario Vescovile di Caserta, alle 17.00.

 

L’iniziativa premierà un video reportage sul tema “Inchiesta: la mia comunità, tra buone pratiche e cattive abitudini”; crea un legame e un ponte ideale con la città di Padova guardando all’esperienza dell’imprenditore padovano Angelo Ferro, fondatore della Civitas vitae, un laboratorio di coesione sociale che unisce le generazioni e che sarà rappresentata dal presidente Andrea Cavagnis.

 

«Sono molto orgoglioso di sostenere questa iniziativa e che il Premio Buone Notizie sezione giovani, sia stato intitolato ad Angelo Ferro, co-fondatore della Fondazione Opera Immacolata Concezione di Padova, in quanto è stato promotore per anni del valore dell’intergenerazionalità: i giovani assieme agli anziani uniti dal “cerchio della vita” in un comune cammino. Angelo Ferro ha ricevuto il Premio Buone Notizie nel 2015 per la sua testimonianza di vita ad operare per costruire il Bene Comune attraverso la Coesione Sociale – spiega Andrea Cavagnis Presidente Opera Immacolata Concezione – e questo premio dal titolo di forza evocativa straordinaria, condivide i valori della Civitas Vitae della Fondazione Opera Immacolata Concezione, una comunità che dal basso, partendo dal proprio territorio, per noi Padova e per voi Caserta, promuove un processo in cui ciascuno opera per il Bene Comune contaminando ed entusiasmando gli altri. Per merito di questa iniziativa si potrà far conoscere uno spaccato d’Italia che deve essere diffuso da un giornalismo di grande qualità valoriale. Un premio dedicato ad un modo di essere: Promotori di inclusione sociale e promotori di Bene Comune».

La cerimonia prevede anche un incontro dedicato a “Le buone notizie e le fake news” con la presentazione del libro ispirato dal premio Buone notizie, intitolato Meno male. Parteciperanno i giornalisti Gian Giacomo Schiavi del Corriere della Sera, autore del libro Meno male e Silvia Vaccarezza, del Tg2; il Vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise; i presidenti dell’Ordine dei giornalisti della Campania e del Sindacato unitario dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e Armando Borriello, segretario generale del Premio Buone Notizie Luigi Ferraiuolo, Luigi Traettino presidente di Confindustria Caserta.

«Meno male è un libro che ci aiuta a capire come dovrebbe essere l’informazione, che troppo spesso ci sottrae tutti gli esempi positivi, capaci di rendere migliore il nostro mondo. E’ una questione delicata che va affrontata anche coinvolgendo i giovani – affermano – spiega Luigi Ferraiuolo, segretario generale del Premio Buone Notizie e Michele De Simone, promotore del premio e presidente dell’associazione Assostampa Caserta – e stimolando il loro spirito critico. Di segnali positivi si avverte sempre più bisogno e le notizie positive non vanno trascurate».

L’incontro rientra tra i corsi di formazione per i giornalisti, e assegna 4 crediti a chi si iscrive tramite la piattaforma SiGef.

 

 

Le scuole e università partecipanti alla finalissima sabato 12 sono:

 

ELEMENTARI/PRIMARIE

– Terrible Kids, Laboratorio Kinetta spazio Labus per ragazzi, Benevento;

– ZIGGY SAVE THE PLANET, Scuola primaria Scuola Ferrante Aporti, Roma;

– Il nostro no, Scuola primaria primaria Macerata Campania (Caserta);

– Dalla Lorenzini nuove speranze per il futuro, Scuola primaria Lorenzini, Caserta;

 

MEDIE

– APPESI AL MURO – HANGING ON THE WALL, Scuola media de Amicis Enna

– Hassan in Wonderland, Scuola Straniera (ammessa in via straordinaria);

 

SUPERIORI

– A family always open to the needy, Liceo Classico Don Bosco, Napoli;

– La Cartolina (The Postcard), Liceo Classico Legnani, Saronno (Varese);

– Mettimece a faccia (Mettiamoci la faccia), Isis Conti, Aversa, (Caserta);

 

UNIVERSITA’

– I’m win, Università degli Studi Guglielmo Marconi, Montevarchi (Arezzo);

– Pantarei Pantanella, Dottorato Sapienza Università di Roma, Roma;

– Adavede, RUFA – Rome University Of Fine Arts, Corso Cinematografia, Albano;

– Termini, Università Roma Tre, Corso Dams.

Loading...