Dog Park al parco degli Aranci, non decolla la petizione online. Il rammarico di Fiorella Pontillo

L'artista casertana Fiorella Pontillo che ha lanciato la petizione

Il 30 maggio scorso Fiorella Pontillo, la nota artista e illustratrice casertana, residente al Parco degli Aranci a Caserta, ha lanciato una petizione online per la costituzione di un dog park comunale nel quartiere, considerata l’estrema necessità di “questa periferia popolosa in cui quasi l’80% delle famiglie possiede un animale domestico, d’affezione”.

L’idea era quella di riuscire ad ottenere la realizzazione di un’area di sgambamento in una zona ad altissimo concentramento di popolazione umana e canina, come lei stessa spiega:

“Molto semplicemente essendo una zona ad alta densità di popolazione i problemi di convivenza civile con il quartiere sono molti. Tanti residenti di questa “zona dormitorio” tentano di autogestire qualche area verde abbandonata dalle istituzioni, ripristinare playground con formule associative e pseudo patti di collaborazione con il comune e tentare in qualche modo di sottrarre spazi al degrado che avanza a causa non solo dell’incuria amministrativa ma anche alla microdelinquenza che trova pane per i suoi denti in vari punti abbandonati dove i volontari stessi non riescono a parare”.

Purtroppo ad oggi questa petizione on-line hanno raccolto solo 235 firme. Molto poche perché per portare un risultato serviva quasi un “plebiscito” per poi passare anche al cartaceo.

Ho parlato con qualche consigliere anche – riferisce Pontillo –  e tutti mi hanno dato la stessa risposta: il Cittadino semplice si deve impegnare a trovare il terreno, fare una richiesta, un progettino e poi il comune forse avrebbe provveduto. Cioè? Facciamo anche che lo costruisco io e ci metto i soldi dai.

Questa è la mentalità dell’amministrazione comunale di Caserta grazie anche al casertano medio/attivo che é convinto che ormai deve assolvere a tutte quante le lacune dei nostri amministratori e del nostro territorio. Il declino della città degli ultimi anni purtroppo non può essere apparato con delle pezze oppure con dei proclami che poi si sa benissimo dove finiranno”.

E’ evidente il rammarico dell’artista di Parco degli Aranci, tra l’altro una dei cittadini attivi di questa città, impegnata da sempre con le associazioni per la riqualificazione dei beni comuni. Noi però vogliamo riproporla questa petizione e chissà che non possa arrivare alle porte di qualcuno che voglia finalmente accogliere l’esigenza di questa comunità e l’appello della nostra Fiorella.

Petizione Dog park comunale Parco degli Aranci