Don Peppe Diana, l’identità e la memoria: evento testimoniale nel 30esimo anniversario della morte

Don Peppe Diana
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Martedì 5 marzo a Maddaloni si terrà un evento testimoniale presso la parrocchia di Santa Maria Madre della Chiesa, in occasione del trentesimo anniversario della morte di don Peppe Diana.

L’iniziativa, promossa dal parroco don Gennaro D’Antò, Direttore della Pastorale giovanile della Diocesi di Caserta, mira a riflettere sulla figura del sacerdote ucciso dalla camorra nella sua chiesa di Casal di Principe il 19 marzo 1994. L’obiettivo è quello di approfondire il suo pensiero, il suo impegno pastorale e la sua testimonianza a difesa della libertà di uomini e donne dentro e fuori la Chiesa.

All’evento parteciperanno esponenti religiosi e civili che condividono il senso di appartenenza ai valori incarnati da don Peppe Diana fino all’estremo sacrificio. Tra gli intervenuti, il vescovo di Caserta Pietro Lagnese, don Francesco Picone, vicario generale della Diocesi di Aversa e parroco della chiesa S. Nicola di Bari a Casal di Principe, don Giuseppe Sagliano, parroco presso Maria SS. Assunta in Cielo di Villa di Briano, coautore del libro “Solo un prete” insieme a Luigi Intelligenza, il sindaco di Casal di Principe Renato Natale e Angela Santonastaso, baccalaureata in Scienze religiose con una tesi su “Per amore del mio popolo non tacerò“, il messaggio che racconta il percorso di don Peppe Diana.

glp-auto-336x280
lisandro

L’evento, organizzato con il patrocinio del Comune di Maddaloni e dell’Istituto di Scienze Religiose interdiocesano “SS. Apostoli Pietro e Paolo”, prevede anche gli interventi del parroco don Gennaro D’Antò, del sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, del Direttore dell’Istituto di Scienze religiose don Guido Cumerlato e del maggiore Massimo Esposito, comandante della compagnia dei Carabinieri di Maddaloni.

Inoltre, sono previsti brevi interventi degli studenti del Primo circolo Maddaloni 2-Valle di Maddaloni, del Primo circolo “Aldo Moro”, del Primo circolo “L. Settembrini”, del liceo scientifico “Nino Cortese” e del Liceo “Don Gnocchi”, tutti di Maddaloni, che hanno approfondito la figura di don Peppe Diana nell’ambito del percorso didattico dei loro istituti.

L’evento si concluderà con i saluti del parroco don Gennaro D’Antò, del sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, del Direttore dell’Istituto di Scienze religiose don Guido Cumerlato e del comandante della compagnia dei Carabinieri di Maddaloni, maggiore Massimo Esposito.

Questa iniziativa testimonia la volontà di preservare l’identità e la memoria di don Peppe Diana, un uomo che ha dedicato la sua vita alla lotta contro la criminalità organizzata e alla difesa dei diritti umani.

La sua testimonianza resta un faro per le giovani generazioni, che sono chiamate a portare avanti il suo messaggio di giustizia e amore per il prossimo.