Dopo la pista ciclabile che finisce in biblioteca ecco le strisce bianche tra due pareti. E’ Caserta signori!

Dopo la pista ciclabile che finisce in biblioteca ecco le strisce bianche tra due pareti.
Le strisce pedonali a San Clemente
HONDALIVETOUR
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Pasticci nella segnaletica stradale di Caserta, curiosi incidenti, dalle piste ciclabili che conducono al nulla, alla connessione insolita tra due edifici tramite strisce pedonali, fino alla bislacca numerazione degli stalli parcheggio che costringono a non semplici indovinelli di matematica.

Ha fatto il giro del web negli ultimi giorni l’immagine della pista ciclabile che termina giusto nel muro della Biblioteca A. Ruggiero della città capoluogo.

Piste Ciclabili che Conducono al Nulla: Il Curioso Caso della Biblioteca comunale Ruggiero

glp-auto-336x280
lisandro

La Biblioteca comunale A. Ruggiero a Caserta sembra essere il centro di un insolito mistero di viabilità: la piste ciclabile che conduce alla biblioteca porta direttamente al nulla. I cittadini che si recano in bicicletta alla biblioteca si ritrovano praticamente davanti ad una strada interrotta senza alcuna indicazione sul da farsi.

Questo curioso caso ha suscitato grande curiosità e frustrazione tra i ciclisti della città. Alcuni hanno espresso la loro ironia sui social media, scatenando le battute più esilaranti degli internauti che in quanto a genio non mancano di fantasia, nè in battute nè tantomeno in grafica, suggerendo, così come la magica stazione di Hogwarts di Harry Potter, che la biblioteca sia un luogo magico accessibile solo per coloro che si avventurano in bicicletta, o come ha immaginato qualcun altro che, grazie all’intelligenza artificiale, ha disegnato Willy il Coyote che apre una galleria nella parete.

Comunque sia, pochi giorni dopo le segnalazioni ecco apparire una passata di vernice bianca sulla ciclabile. Si saranno accorti dell’errore?

Strisce Pedonali Fuori Controllo: L’Insolita Connessione tra due Edifici a San Clemente

Ma non finisce qui, nella frazione di San Clemente, ecco apparire non visibili a tutti, in una stradina nascosta, la traversa che oggi ospita la sede degli uffici amministrativi del CPIA, strisce pedonali davvero particolari.

Si tratta di una segnalazione di Agostino Migliozzi. Un caso insolito di connessione tra due edifici: le strisce pedonali sembrano collegare direttamente due pareti, non si sbuca da nessuna parte.

Certamente, per quanto comico, non è chiaro il motivo per cui queste strisce siano state tracciate in questo modo e i residenti in definitiva considerano questa anomalia una sorta di monumento locale. Ma in fondo, chi ha bisogno di strisce pedonali normali quando si può avere un percorso così originale?

Numeri di Parcheggio Scomparsi: Quando la Numerazione Salta

Infine spunta il curioso fenomeno dei numeri di stallo dei parcheggi, segnalazione di Maria Ricciardelli.

In pratica, in una delle strade del centro cittadino la numerazione salta a piè pari da 1199 a 2000. Confusione e ilarità tra gli automobilisti, quando la matematica è un’opinione. Chi dovrebbe ripristinare la numerazione corretta? L’amministrazione comunale o il gestore dell’appalto parcheggi?

Dai pasticci nella segnaletica stradale alle piste ciclabili che conducono al nulla, Caserta sembra essere una città in cui l’ordine pubblico e la sicurezza stradale lasciano abbastanza a desiderare.

Ma come spesso accade, i casertani dimostrano di possedere una certa resilienza e capacità di adattamento in un contesto urbano abbastanza complesso. Magari un giorno tutto sarà perfetto e sarebbe di certo anche più sicuro, ma quel giorno forse, questa città sarà un po’ meno divertente.