Prima edizione del “Premio di etica e legalita’”. Pubblicato il bando dell’iniziativa

Confindustria Caserta, con il supporto scientifico dello Spin Off universitario G.R.A.L.E. del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, ha istituito il “Premio di Etica e Legalità di Confindustria Caserta”.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto “Percorsi di Legalità”, avviato nell’anno 2021 dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Caserta, ed è stata presentata proprio durante l’ultimo appuntamento del ciclo di incontri, tenutosi nello scorso dicembre
presso la Getra.

L’obiettivo è incentivare buone pratiche consistenti nell’adozione e nell’attuazione di programmi e modelli d’azione che siano ben attenti al rispetto degli equilibri sociali, generazionali, ambientali e alla tutela dei cittadini e dei lavoratori, così da
valorizzare al meglio le risorse del territorio.

Il “Premio di Etica e Legalità” di Confindustria Caserta è teso a promuovere lo sviluppo dell’imprenditoria nei territori della provincia, favorendo la diffusione di una rinnovata cultura della Legalità.

“Questo premio – ha spiegato il Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Caserta, Pasquale Lama – è uno degli strumenti attraverso i quali intendiamo promuovere la cultura della legalità e dell’adozione di buone pratiche, generando una crescita complessiva del sistema imprenditoriale del territorio.

Stiamo portando avanti un percorso che rappresenta anche un’occasione di incontro con alcune esperienze aziendali di successo, in grado di generare un circuito virtuoso tra giovani, istituzioni, università e imprese. Come Gruppo Giovani Imprenditori sentiamo forte la
responsabilità di fornire un contributo importante su questi temi, favorendo anche un processo di ulteriore rinnovamento del nostro sistema produttivo”.

Il bando è stato appena pubblicato e il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è fissato al prossimo 12 giugno. Saranno conferiti premi ordinari nelle seguenti categorie: “Piccole Imprese”, “Medie Imprese”, “Grandi Imprese” e “Impresa
Gruppo Giovani”, mentre riconoscimenti speciali premieranno la “Best practice Impresa sostenibile” (un’impresa che si distingue per buone prassi in direzione della sostenibilità) e il “Progetto di innovazione e ricerca” (una tesi di laurea/progetto di ricerca correlati ai temi
del contest).

Parametri di valutazione saranno costituiti dall’adozione di MOG 231 e/o il possesso di rating di legalità rilasciato dall’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) e/o di certificazioni correlate ai temi dell’Etica, della Legalità, dell’innovazione o della
sostenibilità. Il Premio potrà essere utilizzato in veste di “bollino di Etica e Legalità” dai soggetti vincitori (imprese o persone fisiche) nella documentazione personale, aziendale – interna ed esterna – e su social e sito web.