Ethereum: come prevedere il futuro di questa criptovaluta

Ethereum, come prevedere il futuro di questa criptovaluta

Dicono che la mente umana ha un tipo di memoria abbastanza fallace, ci si trova nella condizione di raccontare (agli altri e a se stessi) i fatti accaduti, modificandoli involontariamente. E se raccontare il passato avvicinandosi alla realtà è cosa da fare con cura, figurarsi per le previsioni su un futuro più o meno distante che si manifesta al di là del volere di qualsiasi individuo.

Fare previsioni su Ethereum è complesso come e forse più che su qualsiasi altra criptovaluta.

In generale non è semplice immaginare a breve o lungo termine il futuro delle criptomonete perché si tratta di un mercato altamente volatile in cui anche per gli esperti è complesso proferire parola.

Strumenti utili alle previsioni

Sul passato di Ethereum si può raccontare con certezza che il giovanissimo padre è Vitalik Buterin, programmatore ventiduenne di Toronto. Sul domani, invece, nell’ambiente trader ci si organizza su livelli differenti.

C’è chi sceglie di affidarsi alle piattaforme online riproducendo in tempo reale le attività degli esperti e chi approfondisce la conoscenza del settore investimenti rivolgendosi al pensiero di analisti; ancora, chi vuole comprendere appieno cosa vuol dire prevedere il futuro valore di un bene e si dedica innanzitutto allo studio di analisi tecnica e analisi fondamentale.

Ecco i concetti principali su cui è basato l’andamento di un mercato. Quando si parla di analisi tecnica ci si riferisce allo studio dei grafici di prezzo ai quali è possibile applicare indicatori e individuare pattern: la formazione dei pattern sui grafici permette previsioni abbastanza accurate. Riguardo all’analisi fondamentale, è possibile effettuarla solo attraverso la raccolta dei dati macroeconomici.

I fattori che influenzano il prezzo di Ethereum

Alcuni analisti affermano che le dinamiche relative al valore di Ethereum sono uniche e ne individuano la causa nel fatto che questa criptovaluta è meno esposta all’influenza di fattori esterni rispetto alle altre.

Aspetti principali della sua unicità sono identificati per:

  • disponibilità, in quanto non esiste limite di emissione (per esempio rispetto a Bitcoin)
  • favore dei media, finora conquistato da Ethereum, influenzando positivamente la percezione delle persone
  • tecnologia avanzata, permette alla criptovaluta di essere “accettata” da investitori indipendenti e professionisti del settore; integrata in vari settori di pagamento e nelle piattaforme di finanziamento collettivo

Rispetto al tema dell’avanzamento tecnologico, è esistito anche un aspetto preoccupante poiché il passaggio di Ethereum al Proof of Stake (PoS) significa comunque: fine del mining in rete. É un cambiamento di una certa portata!

Gli esperti

Secondo il mite Joseph Raczynksy, fondatore di JoeTechnologist.com la situazione di “Ether” (nome della moneta legata ad Ethereum) non dovrebbe modificarsi molto rispetto al valore con cui ha chiuso lo scorso anno.

Non all’opposto, anzi, in maniera estrema Brian Schuster si esprime ancor più positivamente in merito al valore di Ethereum (ETH) affermando che nel prossimo futuro questa valuta sostituirà l’oro e il suo compito di moneta tradizionale; non soddisfatto del dilagante ottimismo aggiunge che la piattaforma ETH sfruttando le già attuali potenzialità generative (di nuove monete) diventerà una “valuta madre” per le future criptovalute.

Anche Jeff Reed, in quanto analista dei mercati finanziari, si esprime molto positivamente e giunge a confrontare Ethereum con Bitcoin, favorendo la prima come possibile dominatrice.

Quello che si può dire con “certezza” riguarda ancora una volta il passato più che il futuro. Volendo partecipare al dibattito Ethereum/Bitcoin si sa che una ha da sempre come obiettivo la qualità funzionale degli smart contract e la creazione delle app decentralizzate, mentre l’altro ha come fine ultimo quello di diventare una “riserva di valore” alternativa a quello tradizionale.

Entrambe posseggono una loro moneta digitale e una blockchain ma bisogna precisare che a proposito della blockchain esiste una differenza strutturale: quella di Ethereum è completamente programmabile e per questo motivo potrebbe rivelarsi molto più efficace rispetto a quella di Bitcoin.