Eurospin a Caserta, la commissione ne blocca l’apertura: non garantita la sicurezza per gli automobilisti

Caserta –  Si attendeva nel giro di qualche giorno l’apertura dell’Eurospin, il nuovo supermercato costruito a tempo di record tra la via Appia e il Parco degli Aranci, alla periferia di Caserta. I tempi previsti potrebbero invece slittare perché nei giorni scorsi la commissione comunale urbanistica (presieduta da Andrea Boccagna e composta da altri sei consiglieri) ha espresso parere contrario all’apertura della struttura commerciale chiedendo al dirigente Natale di non rilasciare alcuna autorizzazione, impedendo così la conclusione dell’iter che avrebbe portato il nuovo plesso ad aprire i battenti a breve.

I motivi dello stop sono sostanzialmente due e riguardano il mancato rispetto degli accordi presi con il Comune e il rischio per la sicurezza degli automobilisti. La convenzione stipulata con il comune prevedeva infatti che oltre al supermercato venisse occupato circa metà dello spazio per opere a destinazione pubblica, in particolare verde attrezzato, aree sportive e per i bambini. Al momento però ci sono soltanto la struttura commerciale e l’area parcheggio adiacente e, anche se probabilmente la parte restante sarebbe stata realizzata nel prossimo futuro, la commissione ha chiesto che vengano completate le opere da progetto prima dell’apertura.

Altrettanto importante la questione sicurezza: l’entrata e l’uscita del centro commerciale sono sulla via Appia, strada di primaria importanza che conduce da Caserta a Maddaloni. In particolare il varco di uscita è considerato dalla commissione altamente pericoloso: chi esce dalla struttura deve immettersi sull’Appia in un punto buio e il rischio di incidenti aumenta sensibilmente. Per questo i componenti della commissione, che tra l’altro non avevano avuto la possibilità di valutare la variante al Piano di Mobilità Urbana attinente l’apertura delle due immissioni viarie nella strada Appia per Maddaloni, hanno chiesto che si provveda alla messa di sicurezza dello svincolo di uscita realizzando una rampa. Sarà il dirigente comunale ora a dover decidere il da farsi.