Eurostat: in Campania il 41% della popolazione è a rischio povertà. Reddito sotto il 60% della media nazionale

In Campania oltre quattro persone su dieci sono “a rischio povertà” ovvero hanno un reddito disponibile dopo i trasferimenti sociali inferiore al 60% di quello medio nazionale. Si tratta del livello più alto in Ue. Lo si legge nei dati Eurostat 2018 sul rischio di povertà nelle Regioni che spiegano come il dato sia legato al confronto nazionale e non implichi quindi necessariamente un basso tenore di vita. In Campania la percentuale di coloro che sono a rischio povertà è del 41,4% (era 34,3% nel 2017) .

“La Campania è a tutti gli effetti il fanalino di coda d’Europa per il livello di povertà, registrando il più alto numero di cittadini a rischio, con un netto peggioramento rispetto al 2017”. Lo afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi che aggiunge“Si tratta di dati vergognosi che attestano un sensibile peggioramento delle condizioni economiche dei cittadini che risiedono nel Mezzogiorno.

In Sicilia e in Campania più di 4 abitanti su 10 risultano e rischio povertà, e i numeri di Eurostat dimostrano che poco o nulla è stato fatto per combattere tale piaga sociale ed economica: purtroppo nel nostro paese esistono ancora cittadini che lo Stato considera di serie B, poiché vivono in aree abbandonate a se stesse e in condizioni di grave difficoltà, dove i dati economici sono addirittura peggiori della Grecia e in costante peggioramento”.

 

Loading...