Ex Omni, Mamadou Kouassi di ritorno da Hollywood ringrazia Regione e Comune di Caserta

Mamadou Kouassi e Vincenzo Fiano del Centro Sociale Ex Canapificio ringraziano le istituzioni per i prossimi lavori all'Ex Omni per la Casa del Sociale
Mamadou Kouassi e Vincenzo Fiano del Centro Sociale Ex Canapificio
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

La vicenda Ex Omni di Caserta finalmente sta per volger al termine con l’annuncio del Comune relativo al decreto della Regione Campania che finanzia l’opera di riqualificazione dell’immobile di viale Beneduce.

Il Centro Sociale Ex Canapificio esprime grande soddisfazione ed entusiasmo per questa notizia, dopo quasi un anno e mezzo di battaglie per lo sblocco di una situazione che sembrava essersi del tutto impantanata.

glp-auto-336x280
lisandro

L’intervento, dell’importo di 700mila euro, verrà realizzato grazie ai fondi POC (Piano Operativo Complementare) 2014-2020, Asse Rigenerazione Urbana e Politiche Culturali, erogati dalla Regione Campania.

Chi la scorsa domenica ha partecipato a “Noi Capitani – Una Terra da Oscar” – una giornata di attività per premiare la comunità solidale della provincia di Caserta che ogni giorno si impegna per un altro mondo possibile – ha raccolto tutta la bellezza di una comunità solidale, antirazzista e determinata ad aprire spazi sociali per tutelare i diritti.

Oggi festeggiamo un passo in avanti per l’apertura della Casa del Sociale Mamadou Sy di Caserta, frutto delle ultime intense settimane di mobilitazione – dicono in un video Mamadou Kouassi e Vincenzo Fiano del Centro Sociale – La Regione ha emanato il decreto di finaziamento per la ristrutturazione: tutta la documentazione prodotta dal Comune di Caserta, responsabile dei lavori, finalmente è completa e senza errori.

Ad aprile torneremo nel cortile esterno per una nuova iniziativa, e per monitorare che il Comune intanto abbia fatto la gara per affidare i lavori“.

Mamadou Kouassi è di ritorno da Hollywood dove è riuscito a portare con sè la città di Caserta da protagonista nella corsa agli oscar di Io Capitano, il film di Matteo Garrone.

“Abbiamo bisogno di far emergere chi si impegna in una città che attualmente fa fatica ad accogliere a causa della mancanza di un progetto SAI – ha detto ancora Mammadou – che a Caserta non c’è più, ed anche a causa della mancanza di una Casa del Sociale, che vogliamo riaprire per dedicarla a “Mamadou Sy”.

Su Facebook – https://www.facebook.com/centrosocialeexcanapificiocaserta